Il Laboratorio teatrale del Centro per l’autismo dell’Asp di Catania e l’I.I.S. “E. Fermi-F. Eredia” presentano “La bella e la bestia”

L’iniziativa è realizzata nell’ambito delle attività del Laboratorio teatrale del Centro diurno per i disturbi dello spettro autistico dell’Asp di Catania, e del progetto di alternanza scuola-lavoro dell’I.I.S. “E. Fermi-F. Eredia”

Asp-Catania

MISTERBIANCO – Domani 17 maggio, alle ore 16.30, presso l’Auditorium “Nelson Mandela” (Via Giuseppe Barone) il Laboratorio teatrale del Centro diurno per i disturbi dello spettro autistico dell’Asp di Catania, in collaborazione con l’I.I.S. “E. Fermi-F. Eredia”, con il patrocinio del Comune di Misterbianco, presentano l’adattamento per il teatro de “La bella e la bestia”.
Saranno presenti per l’occasione il dr. Giuseppe Giammanco, direttore generale dell’Asp di Catania; la dott.ssa Daniela Faraoni, direttore amministrativo; il dott. Antonio Di Guardo, sindaco di Misterbianco; il prof. Alfio Petrone, dirigente scolastico dell’Istituto “E. Fermi-F. Eredia”; il dr. Giuseppe Fichera, direttore del Dipartimento di Salute mentale dell’Asp di Catania, il dr. Renato Scifo, direttore dell’UO NPIA Ospedaliera dell’Azienda sanitaria provinciale.
L’iniziativa, avviata anche quest’anno all’interno del Laboratorio teatrale del Centro diurno, ha visto la partecipazione degli alunni dell’Istituto “E. Fermi-F. Eredia” nell’ambito del progetto di alternanza scuola-lavoro, con la sfida di lavoro applicativo di robotica svolto dagli stessi ragazzi con autismo.
Grazie alla presenza degli studenti è stato possibile per i pazienti del Centro, con disabilità di entità variabile all’interno dello spettro autistico, interagire alla pari con ragazzi normodotati.
Tale esperienza ha rappresentato per gli studenti l’opportunità di entrare in contatto con
una realtà diversa, dai più poco conosciuta, e la possibilità di sperimentarsi in relazioni
nuove attraverso la loro sensibilità e la loro capacità di accoglienza.
Allo stesso tempo i pazienti del Centro hanno potuto percepire il proprio valore ed arricchire i propri punti di forza grazie alla presenza premurosa e serena degli altri ragazzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *