Una siciliana tra i mentor della VII edizione del Web Summit

Carmelinda Comandatore è stata scelta dagli organizzatori della VII edizione del Web Summit, per fare da Mentor ad alcune startup che hanno partecipato all’evento. 

IMG_20171106_170329 (1)

A Lisbona, nel Meo Arena, si è svolta la VII edizione del Web Summit, l’evento tech più atteso dell’anno. Dal 6 al 9 novembre la capitale del Portogallo si è trasformata nella capitale europea dell’innovazione, diventando il punto di ritrovo per le giovani imprese che hanno deciso di investire nella tecnologia.

Punto di incontro tra le startup più innovative e gli investitori, il Web Summit ha offerto a circa 60.000 persone la possibilità di fare networking e di creare nuove opportunità di business.

Tante le startup e le aziende italiane che hanno rappresentato l’Italia a Lisbona, come Mosaicoon, Sellf, Coderblock, Cocovan, Abinsula, 4gifters, Seozoom.

received_905867649563632

Tra i mentor presenti, una siciliana, Carmelinda Comandatore che ci ha detto: “Vivo a Catania e da qualche anno mi occupo della creazione di contenuti per le testate giornalistiche online e di social media.  Gli organizzatori del Web Summit di Lisbona mi hanno scelto per fare da Mentor ad alcune startup che hanno partecipato all’evento. Da circa un anno curo una rubrica dedicata alle startup per SiciliaNews24.it, primo quotidiano generalista che sceglie di inserire in home page uno spazio dedicato alle startup. In SicilIa ci sono molte realtà interessanti, dal TimWcap di Catania, al Consorzio Arca di Palermo, e recentemente anche Enel ha aperto il suo Innovation Lab ai piedi dell’Etna, ma se ne parla davvero molto poco.  La proposta di fare da Mentor all’interno della più grande conferenza tech al mondo mi riempie d’orgoglio, e mi dà un feedback positivo: stiamo andando nella direzione giusta. Molti startupper si trovano a ricevere input importanti da diverse figure  professionali, compresi imprenditori ed economisti, ma è molto raro che ricevano un affiancamento da chi si occupa di startup dal punto di vista giornalistico. Da qui l’idea degli organizzatori di coinvolgermi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *