I nuovi orizzonti della chirurgia per il trattamento dei tumori

Giovedì 6 aprile e venerdì 7 aprile, a Catania, si terrà la quarta edizione del Simposio mediterraneo di Chirurgia oncologica del torace, incentrato sul tema “Chirurgia per il cancro avanzato del polmone e dell’esofago: nuovi orizzonti o false speranze?”.

polmoni1

Quali sono le cure migliori per pazienti afflitti da cancro avanzato al polmone e all’esofago? Quali i più validi approcci chirurgici esistenti e le prospettive per il futuro? A questi interrogativi si cercherà di dare una risposta con la quarta edizione del Simposio mediterraneo di Chirurgia oncologica del torace, quest’anno incentrato sul tema “Chirurgia per il cancro avanzato del polmone e dell’esofago: nuovi orizzonti o false speranze?”, che si terrà oggi pomeriggio – giovedì 6 aprile alle 16 -, nell’aula magna del Palazzo centrale e domani, venerdì 7 aprile alle 9, nell’aula magna del Policlinico di Catania (via Santa Sofia, 78).

“Il tumore al polmone rappresenta la prima causa di morte al mondo – ha spiegato il coordinatore scientifico del convegno Marcello Migliore -. Alcune recenti scoperte scientifiche hanno stimolato delle domande che rimangono ancora senza risposta: per esempio il comportamento da assumere in caso di malattia avanzata ai linfonodi del mediastino, oppure se l’uso delle tecniche mini-invasive o della chemio-ipertermia intraoperatoria, in pazienti con il tumore avanzato, è appropriato. Il simposio nasce proprio dall’esigenza di rispondere a interrogativi di questo tipo: illustri chirurghi e studiosi stranieri discuteranno delle metodiche esistenti ma soprattutto si cercherà di proporre ulteriori studi clinici multidisciplinari per poter dare speranze, ma non false speranze, di lunga sopravvivenza ai pazienti con cancro del polmone e dell’esofago avanzato”.

Il convegno, promosso dalla sezione di Chirurgia toracica del dipartimento di Chirurgia e Specialità medico-chirurgiche dell’Università di Catania (di cui è responsabile il prof. Migliore), con il supporto dell’azienda ospedaliero universitaria Policlinico-Vittorio Emanuele di Catania, sarà aperto dagli indirizzi di saluto del rettore Francesco Basile, del presidente dell’Ordine dei Medici di Catania Massimo Buscema, del direttore generale dell’Ove Salvatore Paolo Cantaro, del presidente della Società italiana di Chirurgia toracica Pierluigi Granone, del presidente della Società italiana di Endoscopia chirurgica Maurizio Monaco e del responsabile del Centro Trapianto di Polmone del Policlinico Milano Luigi Santambrogio.

Nel corso della prima giornata interverranno il prof. Migliore e Semih Halazeroglu, dell’Acibadem Universitesi di Istanbul. Il giorno successivo, al Policlinico di Catania, interverranno Philippe Dartevelle (Marie Lannelongue Hospital, Parigi), George Decker (Hopitaux Robert Schuman, Lussemburgo), Toni Lerut (dell’Ospedale universitario di Lovanio), Micheal Mueller (Otto Wagner Hospital, Vienna) e David Sanchez (Università di Barcellona) e gli ospiti italiani Mario Barone (Università di Messina), Antonio Basile (Università di Catania), Luca Bertolaccini (Ausl Area Vasta Romagna), Massimo Caiozzo (Università di Palermo), Pierfilippo Crucitti (Università Campus Bio-Medico, Roma), Alessandro Gonfiotti (Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi, Firenze), Pierluigi Granone (Università Cattolica del Sacro Cuore, Roma), Alfonso Maiorana (Università di Palermo), Francesco Monaco (Università di Messina), Maurizio Monaco (Università di Messina), Maurizio Nicolosi (Ospedale Cannizzaro, Catania), Luigi Santambrogio, Piergiorgio Solli (Ausl Forlì), Alessio Vagliasindi (Ausl Ravenna) e Paolo Vigneri (Università di Catania).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *