Università di Catania protagonista al Tech Share Day 2021

Illustrati due progetti ricerca già brevettati: il “Metodo di estrazione e determinazione delle microplastiche in campioni organici ed inorganici” e il “Pannello termoisolante a base di scorze di agrumi senza l’aggiunta di leganti esterni”

Anche l’Università di Catania è stata tra le protagoniste del “Tech Share Day 2021”, il primo evento completamente digitale gratuito che mette in contatto il mondo della ricerca pubblica con quello delle imprese, degli investitori e degli innovatori. L’edizione di quest’anno – dal 5 al 7 maggio – ha preso in considerazione le Environmentally Sound Technologies, tutte le soluzioni che possono migliorare significativamente le prestazioni ambientali rispetto allo «status quo» del settore di riferimento. Un’iniziativa promossa nell’ambito del progetto Knowledgeshare realizzato dal Politecnico di Torino, dal MISE Ufficio Italiano Brevetti e Marchi e da Netval per promuovere tra le imprese italiane le conoscenze sviluppate dalla ricerca universitaria e dei centri di ricerca che possono essere oggetto di applicazione concreta. Per l’Università di Catania, nell’ambito delle “Tecnologie sotto i riflettori”, sono stati selezionati, tra i 47 progetti di atenei e centri di ricerca italiani, i brevetti “Metodo di estrazione e determinazione delle microplastiche in campioni organici ed inorganici” dei ricercatori Margherita Ferrante, Gea Oliveri Conti e Pietro Zuccarello del Dipartimento di Scienze mediche, chirurgiche e tecnologie avanzate e “Pannello termoisolante a base di scorze di agrumi senza l’aggiunta di leganti esterni” dei ricercatori Santi Maria Cascone e Matteo Vitale del dipartimento di Ingegneria civile e Architettura. I due brevetti Metodo di estrazione e determinazione delle microplastiche in campioni organici ed inorganici L’introduzione incontrollata nell’ambiente di polimeri plastici ha causato la dispersione di Microplastiche (MPs) che rappresentano un problema importante per l’ambiente, la salute umana e per gli innovativi controlli di qualità dei prodotti commerciali come risposta alle novità giuridiche e alla nuova linea di indirizzo per la gestione delle plastiche che la Comunità Europea sta via via delineando e applicando. L’invenzione presentata consente l’estrazione delle micro e nanoplastiche incluse quelle inferiori a 10 microns in matrici organiche, inorganiche, solide e liquide. Vai al video di presentazione https://youtu.be/Recjz6HHEck Pannello termoisolante a base di scorze di agrumi senza l’aggiunta di leganti esterni Oggetto dell’invenzione è la realizzazione di un materiale isolante termicamente e acusticamente, interamente composto da un materiale di scarto agricolo derivante dalla trasformazione delle arance. I risultati vedono l’ottenimento di un pannello rigido autoportante, completamente naturale e autolegato, senza l’aggiunta di additivi chimici. Le buone proprietà termiche del materiale vedono un campo di applicazione del materiale in edilizia, come pannello di isolamento termico delle pareti di tamponatura esterna degli edifici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *