Taormina Confeuropa – Rilancio del turismo incoming-outgoing Sicilia-Romania

Nella Città del Minotauro è stato presentato il rilancio della stagione turistica siciliana grandemente penalizzata dalla pandemia. Rinsaldato il patto Sicilia - Romania attraverso le eccellenze imprenditoriali e Confeuropa Imprese Italia. Presente la redazione di Globus Television con il suo direttore EnzoStroscio.

Alizzio: “Proviamo a rilanciare il turismo dopo la pandemia” Sicilia e Romania: incoming -outgoing. Oltre 250.000 rumeni visitano ogni anno l’Italia.

Taormina – “Rilancio del turismo incoming-outgoing Sicilia-Romania attraverso le Eccellenze e la presentazione del pacchetto turistico Sicilia-Romania”: è l’importante convegno che si è tenuto ieri mattina presso l’Hotel Baia Azzurra in Taormina, organizzata da Confeuropa in the World, nella persona del Dott. Campisi Calogero, unitamente a Confeuropa Imprese Italia, nella persona del dott. Giuseppe Alizzio, in collaborazione con il tour operator Kenobi Club e con il patrocinio del Consolato della Romania in Sicilia; erano presenti i Consoli della Romania e Malta in Sicilia, Liliana e Ioan Iacob, ed il deputato Valentin Ilie Fagarasiàn, eletto nella circoscrizione Rumeni nel Mondo.Tutti insieme – ha esordito il presidente Alizzio - vogliamo ripartire con un'iniziativa che coinvolge da una parte la Sicilia come isola del Mediterraneo e dall’altra i Paesi dell’Europa dell’Est, puntando in primis su Romania e successivamente Moldova, Bulgaria e i paesi Balcanici, in un turismo incoming e outgoing. Proviamo a rilanciare il turismo e farlo ripartire dopo la pandemia”. I soggetti promotori sono il Tour Operator “Kenobi Club” della Sicilia unitamente a Confeuropa Imprese, associazione che rappresenta le piccole e medie imprese (la quale per i suoi rapporti di internazionalizzazione coinvolgerà l’Agenzia per il Turismo Romania, la Camera Commercio Italo Moldova e le agenzie viaggio della Romania); oltre 250.000 rumeni visitano ogni anno il nostro Paese. “Lo scopo delle destinazioni Sicilia - Romania è quello – ha proseguito il presidente Alizzio - di definire un percorso di sviluppo turistico sostenibile per la valorizzazione di idee e patrimoni in un'ottica di lungo periodo e individuare linee strategiche quadriennali, obiettivi specifici e linee di intervento per permettere ai Paesi Sicilia – Romania, di incrementare i propri flussi turistici e produrre benessere economico e sociale, condividendo le strategie, obiettivi e linee di intervento con gli operatori e gli attori del territorio coinvolti nel settore; inoltre vogliamo definire i punti da sviluppare attraverso un miglioramento della qualità dei servizi; fidelizzazione del turista; vantaggi comparativi (arte, territorio per il turismo esperienziale), che devono sempre più trasformarsi e consolidarsi come vantaggi competitivi; politica degli eventi che coinvolge il territorio e non solo mare. Vogliamo porre al centro dello sviluppo Turistico del territorio, un modello di Sviluppo sostenibile, durevole, condiviso e partecipato, con la finalità di produrre benessere economico e sociale diffuso. Occorre costruire dei contenuti specificatamente pensati con riferimento ai numerosi target turistici che per ragioni diverse sono interessati ai territori sopra menzionati. Solo così, infatti, è possibile incrementare la qualità dell’ospitalità con riferimento a tutti coloro che sono interessati al territorio della Sicilia incoming e outgoing Romania”. Confeuropa rilancia un progetto di valorizzazione del territorio che porti a una offerta turistica annuale integrando le nostre risorse naturali, termali, culturali, artistiche, enogastronomiche, sportive e di benessere legando costa ed entroterra Per la parte Rumena ha preso la parola il Console della Romania e Malta in Sicilia, Ioan Iacob, il quale dopo aver elogiato l’iniziativa cui il Consolato ha concesso il Patrocinio, ha introdotto la presenza del Deputato Valentin Fagarasian, il quale si è soffermato inizialmente sulle bellezze di tante città della Romania ed ha affermato: “vogliamo contribuire alla conservazione dell’identità culturale dei rumeni e alla conoscenza di un aspetto importante del volto della Romania da parte dei Siciliani; vogliamo intensificare la collaborazione tra le Università Siciliane e Rumene e con altre istituzioni di cultura; vogliamo migliorare l’integrazione fra le due comunità sul territorio per creare percorsi istituzionali che favoriscano interscambi tra le parti; infine, vogliamo promuovere la partecipazione alla vita economica, sociale, culturale e politica dei luoghi di residenza”. A seguire ci sono stati i saluti dei Presidenti delle territoriali in Sicilia e l’intervento del consigliere di Confeuropa Catania dott. Salvo Indaco: “La Camera di commercio Italo Moldava da tempo è impegnata alla realizzazione di un progetto di collaborazione tra i porti di Ravenna e Giurgiulesti in Moldavia. Confeuropa Imprese ha subito intravisto in questo progetto una interessante via di sviluppo al fine di realizzare insieme il progetto di una nuova Linea di Navigazione che prevede un collegamento settimanale tra Ravenna e Giurgiulesti con scali intermedi a Catania, Athene e Istambul”. Il dott. Indaco si è soffermato, anche, sul potenziamento delle infrastrutture del Porto di Catania, mediante la realizzazione entro l’anno in corso, di un punto di ispezione transfrontaliero comunitario. Ciò consentirà l’arrivo di qualsiasi tipologia di merce alimentare; inoltre la elettrificazione delle banchine consentirà alle navi da crociera di fermarsi al porto di Catania senza mantenere i motori accesi, con un enorme risparmio energetico, concedendo un approdo sostenibile ed ecologico”. Per gli albergatori è intervenuto Giuseppe Rapisarda, impresario artistico; Iuliana Schuller ha portato il saluto dell’amministrazione comunale di Ispica, riferendo ai presenti di un gemellaggio in itinere fra la città di Ispica ed una cittadina della Romania. Era presente in sala il vicepresidente vicario di Confeuropa Imprese Sicilia, Salvatore Lanteri con i rappresentanti provinciali di Confeuropa imprese Catania (Claudio Fiume), Ragusa (Salvatore Firullo), Caltanissetta (Valerio Martorana), Agrigento (Rita Monella) e Trapani (Baldo Baulluscia); Guido Condorelli guidava il gruppo dei giovani imprenditori. A chiusura della giornata ha preso la parola Filiberto Manno per il tour operator Kenobi, il quale si cimenterà a lanciare pacchetti turistici per i paesi dell’Est Europa iniziando dalla Romania.“C&I Ambient” agenzie di viaggio in Romania nella persona di Catalin Iordache, nel presentare la locandina in lingua rumena, ha dichiarato che al suo rientro, la locandina sarà diffusa in tutte le agenzie viaggi della Romania. “Da oggi iniziamo un nuovo percorso – ha concluso Valentin Fagarasian - insieme!”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *