Supercoppa di Spagna: vince il Real Madrid

Ai blancos anche la partita di ritorno. Subito Asensio e poi Benzema verso la fine del primo tempo. Barcellona "out", c'è tanto da sistemare

supercoppa.realmadrid.2017.2018.750x450

Favorevoli già del risultato ottenuto nel match di andata al Camp Nou, le Merengues si aggiudicano anche il secondo "clasico" della stagione ai danni del Barcellona al Bernabeu. La squadra di Zinedine Zidane ha infatti piegato i blaugrana per 2-0 dopo aver vinto nella partita precedente per 1-3.

Un match che non si può definire combattuto, perché in campo è sceso solamente il Real Madrid in questi 180' minuti di supercoppa. Già nel primo incontro si è potuta constatare la differenza di condizione tecnica e la mentalità fra le due squadre, con i campioni d'Europa in carica che attualmente in Europa e nel mondo sembrano non avere rivali come già accaduto nelle ultime due stagioni. I risultati infatti parlano a favore del club madridista: due Champions, due Supercoppe Europee e un Mondiale per Club (in attesa di dicembre dove si disputerà l'edizione 2017) il bottino conquistato dal club spagnolo negli ultimi venti mesi di gestione Zidane.

asensio

Ieri sera infatti, sblocca, l'ormai solito, Asensio dopo solo quattro minuti dal calcio d'inizio, fulminando Ter Stegen, non esente da colpe, dalla distanza e al 39' minuto, sempre della prima frazione di gioco, ci pensa Benzema su assist di Marcelo a raddoppiare ed a chiudere i conti in un match che non è mai stato in discussione. Durante la ripresa non succede nulla di particolare, qualche spunto per parte che non si concretizza, così che al triplice fischio può cominciare la festa a Madrid.

2017-08-16T215853Z_293763998_RC17DB7C4850_RTRMADP_3_SOCCER-SPAIN-REA-FCB-SUPERCUP-182-kbBD-U2101048852952vLE-620x349@Gazzetta-Web_articolo

Grande assente della serata Cristiano Ronaldo, che dopo aver rimediato l'espulsione per simulazione nello scorso incontro, è stato anche punito con ulteriori quattro giornate di squalifica da scontare in campionato per la spinta all'arbitro. Il portoghese infatti, potrà tornare sul terreno di gioco solamente il prossimo 20 settembre per la partita che vedrà il Real Madrid affrontare il Real Betis di Siviglia. Da chiarire invece, la situazione sul tecnico dei "blancos", che rischia, anch'egli, fino a 10 giornate di stop per le frasi offensive nei confronti del direttore di gara, sempre durante la partita precedente in supercoppa.

Immagini collegate:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *