Sicula Leonzio, parla il patron Leonardi: “Potremmo giocare le prime partite in Lega Pro al Massimino”

Il presidente della compagine lentinese ha analizzato i possibili scenari futuri della squadra.

Leonardi

Una cavalcata trionfale quella della Sicula Leonzio, culminata con la promozione in Lega Pro e col ritorno tra i professionisti. Adesso c'è da programmare la prossima annata e, proprio riguardo i possibili scenari futuri, il patron della formazione lentinese Leonardi ha fatto il punto della situazione. Ecco le sue parole:

"E' impossibile chiedere qualcosa di più alla squadra. Abbiamo fatto un cammino eccezionale, lo abbiamo dimostrato fino alla fine, anche nella poule scudetto. Per quanto riguarda il futuro, abbiamo diverse scadenze. Sullo stadio sono sincero, c'è ancora molto lavoro da fare. Le neopromosse in Lega Pro devono avere un sistema di videosorveglianza particolare, che permetta alla Questura di poter monitorare tutti i movimenti dei tifosi, ospiti e non. Ci stiamo applicando in questo senso, a breve cominceremo a lavorarci. E' un investimento esoso per la società. Senza dimenticare anche il capitolo illuminazione. Non ci sono deroghe, dobbiamo ottimizzare tutto per poter giocare nel nostro stadio. L'Amministrazione comunale si sta applicando, ma ovviamente ci vuole il tempo che ci vuole. Anche in questo caso l'esborso economico è molto rivelante. Dobbiamo rispettare tutti i parametri delineati dalla lega. Speriamo di poter risolvere il tutto a breve. Il 20 giugno l' "Angelino Nobile" deve essere pronto, c'è il rischio concreto di doverci iscrivere con il "Massimino" di Catania come stadio di casa provvisorio, ovviamente se il Comune etneo dovesse darci l'autorizzazione. Vorrei evitare tutto ciò, ma non dipende solo da noi. Sono sì preoccupato, ma anche fiducioso".

Un pensiero su “Sicula Leonzio, parla il patron Leonardi: “Potremmo giocare le prime partite in Lega Pro al Massimino”

Rispondi a Toni Zuccarello Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *