Scoperto covo di vendita di droga nel Catanese: i Carabinieri si fingono clienti, arresti in flagranza

Ennesimo colpo al fenomeno del traffico di droga, una delle maggiori fonti di approvvigionamento della criminalità organizzata, operato da parte dei militari dell’Arma di Catania. questa volta è stata l’attenzione ai dettagli e la capillare conoscenza dell’ambiente in cui si opera, che ha consentito, ai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Catania Piazza Dante, di arrestare in flagranza 4 catanesi di 27, 23, 22 e 18 anni, ritenuti responsabili del reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

Al riguardo, intorno alle ore 17.00, i militari dell’Arma, durante una mirata attività info-investigativa che aveva l’obiettivo di contrastare lo smercio di droga nel quartiere di San Cristoforo, passando lungo la via di Giacomo, hanno notato uno strano “via vai” di persone che dopo essere entrati all’interno di un appartamento ne uscivano dopo pochi minuti. I militari, ormai ottimi ed esperti conoscitori del territorio e delle illecite dinamiche del posto, perciò, hanno messo in atto dei servizi di appostamento, in modalità “discreta” e mimetizzati tra la gente del quartiere, che dopo pochissimo tempo hanno confermato la loro ipotesi investigativa circa la concreata presenza di una fruttuosa attività di spaccio di droga.

Pertanto, acquisite tutte le informazioni utili per predisporre un minuzioso piano d’azione, i Carabinieri, consapevoli della presenza di alcune telecamere istallate dagli spacciatori, hanno deciso di entrare all’interno della palazzina, accodandosi ad alcuni, ignari, clienti. I militari, quindi, ormai giunti davanti la porta dell’abitazione, hanno potuto fare irruzione nell’istante in cui il pusher ha dovuto necessariamente aprire per consegnare la dose all’acquirente.

All’ingresso, appoggiato su di una scrivania, il monitor con le riprese delle telecamere di videosorveglianza e, accanto, i 4 giovani che, come i cavalieri di re Artù, erano seduti a una tavola rotonda ma, invece, di discutere di gesta eroiche, si dividevano droga e banconote. Nello stabile, perquisito a fondo, sono stati recuperati complessivamente 10 dosi per un totale di in oltre 30 grammi di marijuana, bilancini di precisione oltre al necessario materiale per il confezionamento della droga e 355 euro, sicuramente guadagnati in seguito allo spaccio.

I 4 giovani pusher sono stati arrestati e il loro arresto è stato convalidato dall’Autorità Giudiziaria. La droga trovata, assieme a tutto il materiale per confezionarla, nonché la tv collegata all’impianto di videosorveglianza, sono stati sottoposti a sequestro. La zona in argomento, continuamente monitorata dagli investigatori dell’Arma, è stata già oggetto di numerose significative operazioni antidroga che hanno permesso di arrestare sette persone per traffico e spaccio di sostanze stupefacenti.

a Cognita Design production
Torna in alto