Rotary Catania Duomo 150: Inaugurazione monumento per i Sibling

Nella Piazza Matteotti (Piazza Gelsi) di Viagrande, si è svolta la cerimonia della svelata del  monumento intestato al Sibling (l’aiuto che fratelli e sorelle possono offrire ai fratelli disabile), organizzata dal Rotary Catania Duomo 150. 13529100_1125686260832429_46389836544277816_n

La cerimonia è stata organizzata dal Rotary Catania Duomo 150, con il suo presidente Carmelo Licciardello insieme al socio e delegato del governatore sulla Disabilità, Nino Prestipino. Dopo l’intervento del presidente del club, che ha parlato dell’impegno nella realizzazione delle iniziative sui problemi dei disabili e sulle altri incontri culturali e  sociali, ha scoperto  la scultura in ferro raffigurante un fratello che guida il fratello disabile. Accanto è stata sistemata una targa che spiega ai giovani che cosa è il Sibling. Il parroco, della chiesa di San Mauro, don Alfio Bonanno ha benedetto la scultura e di poi  pregato insieme alle persone presenti .

Dopo Nino Prestipino ha parlato del Sibling e come esso deve essere applicato per consentire al fratello  sano di aiutare ed assistere il fratello disabile per consentirgli una vita più serena. Dopo il saluto dei rappresentanti delle associazioni e delle strutture  che si occupano dei disabili, il Governatore del Rotary del Distretto SiciliaMalta, Francesco Milazzo, dopo avere elogiato la iniziativa sul Sibling ha anche dichiarato che il lavoro del club è stato eccezionale basato su quello che era il messaggio rotariano dell’anno in corso.13510960_1125677680833287_6105380391555995475_n

La manifestazione è stata presentata da Elisa Giuffrida. Presenti tante autorità tra cui il prefetto distrettuale Rotary Antonio Tarro, il sindaco di Viagrande dott. Francesco Leonardi, ed il comandante la Stazione dei CC M.llo Saverio Girardi, il prof. Domenico Mazzone, neuropsichiatra infantile, tutti compiaciuti per l'iniziativa del Rotary anche per la preziosa opera umanitaria donata alla cittadinanza e realizzata dallo scultore Marcello Coco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *