Ragusa Rugby e Amatori Catania Rugby, un pomeriggio di rugby e normalità

Sfida di Tag Rugby, a porte chiuse, ma con la voglia  finalmente di riassaporare il campo. 
Gioco privo di contatto, dove le due formazioni hanno indossato all’altezza della vita una cintura di velcro, con due nastri legati. Lo strappo dei nastri, ovvero i tag, da parte degli avversari, è la chiave del gioco in sostituzione del classico contatto.
Ovvero, se al giocatore che avanza portando palla viene sottratto il tag dal proprio avversario, l’azione può proseguire solo con il passaggio veloce ad un compagno, in ottemperanza a uno dei nostri principi cardine, ovvero il sostegno della squadra. Ogni squadra ha un massimo di sei avanzamenti possibili per arrivare alla meta.
Sistema di gioco molto usato nel Regno Unito, ma era importante tornare dopo oltre un anno.
La sfida tra Ragusa Rugby e  l'Amatori Catania dopo la gara di oggi vedrà il ritorno, a Catania, in programma il 5 giugno al Paolone.
🔴Di seguito le sensazioni dei protagonisti:
L'AMM. DELEGATO RICCARDO STAZZONE: "In primis un applauso al Ragusa Rugby per la grande ospitalità, per un sintetico di ultima generazione straordinario dove è stato in piacere giocare. Un grande pomeriggio di sport e di grande emozione con la speranza che sia in primo step importante per tornare alla normalità per il nostro fantastico sport"
COACH EZIO VITTORIO: "Tante emozioni di un vero e proprio evento, che segna speriamo una ripartenza per il nostro sport. Ringraziamo la società del Ragusa Rugby per il fantastico pomeriggio di sport. Un applauso ai miei ragazzi che sono stati straordinari per abnegazione e voglia in questa anomala stagione. Adesso speriamo di tornare al più presto alla fase agonistica ripagando i sacrifici della nostra società "
TEAM MANAGER MAX VINTI: "Una grande emozione cominciata sin dalla preparazione del materiale tecnico. Un bel pomeriggio di sport dove mi preme ringraziare il Ragusa Rugby, il team manager Luca Tavarnese, il presidente Di Natale e coach Nicita. Qui a Ragusa ho passato due anni straordinari e fa sempre piacere tornare. La settimana prossima chiuderemo il cerchio con la seconda gara stavolta al Paolone per dare speriamo il definitivo segnale del ritorno del rugby giocato"
Collaboratore area tecnica Salvatore Garozzo: "Grandi emozioni per tutti noi nel tornare a giocare dopo oltre un anno. Un pomeriggio importante perni nostri ragazzi e la prossima settimana concluderemo la stagione ospitando Ragusa al Paolone" 

Immagini collegate: