Preliminare Europa League: il Milan a valanga sullo Shkendija

A San Siro il Milan asfalta i macedoni per 6-0. Due doppiette quelle realizzate da Andre Silva e Montolivo. A segno anche Borini e Antonelli.

Un Milan insaziabile quello che è sceso in campo ieri sera a San Siro nella gara di andata valida per il secondo turno eliminatorio di Europa League contro i macedoni dello Shkendija. Un risultato che non ha bisogno di commenti (6-0) che consegna, almeno in parte, il passaggio alla fase a gironi della seconda più importa competizione europea, alla squadra di Vincenzo Montella, in attesa del match di ritorno in Macedonia che si disputerà il 24 agosto.

La partita comincia, e già si nota una netta superiorità sul piano tecnico e tattico da parte dei rossoneri, ed infatti ecco che dopo soli tredici minuti dal fischio d'inizio, Andre Silva trova il gol che sblocca il match portando avanti "i diavoli" con un bel tiro a giro rasoterra che si infila tra il palo ed il portiere. Meno di un quarto d'ora e Riccardo Montolivo ritrova il gol spingendo a rete un pallone deviato da Zahov su punizione. Passano soli tre minuti e Andre Silva trova la doppietta scartando due avversari dopo aver stoppato un cross di Çalhanoglu e spiazzando l'estremo difensore dello Shkendija. Il Milan continua a provarci ma senza trovare la quarta rete durante la prima frazione di gioco.

3

Il secondo tempo comincia così com'era terminato il primo, ed ecco che al 67' minuto Borini trova il gol spingendo un pallone deviato in fondo al sacco. Solamente due minuti ed ecco che i rossoneri calano la "manita" firmata Luca Antonelli, con l'ex Genoa che sfrutta un'altra disattenzione della difesa macedone per spingere a rete la quinta marcatura della giornata. Chiude i conti nuovamente Riccardo Montolivo che a soli cinque minuti dal termine della partita mette a segno il sesto gol con un gran tiro dalla destra che si infrange sul lato sinistro della porta di Zahov che non può arrivare sul pallone defilato.

4

Un bel Milan quello che sta prendendo forma sotto la direzione di Vincenzo Montella. C'è però da dire che lo Shkendija non è la Juventus o il Real Madrid, e quindi, certamente, non si può pensare di essere già arrivati. Ma i risultati ci sono e si vedono. Un buon punto di partenza per cominciare al meglio questa stagione che si prospetta  ricca di competizioni per i rossoneri.

Immagini collegate:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *