Play-Off Serie C: Siena “cattivo” sul campo di Catania

Santini, Bulevardi, Iapichino e Rondanini fermati dal giudice sportivo per la finale Play-Off che i bianconeri affronteranno sabato contro il Cosenza 

1

Si era aizzata la partita già alla prima rete degli ospiti, quella messa a segno da Santini, la gara tra la Robur ed il Catania di ieri sera, quando, l'attaccante numero 9 bianconero ha esagerato nell'esultanza (facendo gesto di non sentire i fischi sotto la Curva Sud dello stadio "Massimino") e successivamente ammonito dall'arbitro per una condotta tutt'altro che sportiva. Il proseguo del match non è di certo stato più "leggero" e il referto di fine gara parla già da sé.

Il primo è proprio Santini, stangato dal giudice sportivo con ben quattro turni di squalifica perché: " al termine della gara, nel tunnel degli spogliatoi, nell'ambito di una colluttazione fra tesserati di entrambe le squadre, tentava di colpire con un calcio un tesserato della squadra avversaria, non riuscendovi, e colpendo invece al fianco destro un addetto federale, provocandogli forte dolore e la necessità di cure mediche (r.proc. fed., r.c.c.)".

2

Il secondo, anch'egli fermato per quattro turni è Bulevardi: "per recidività in ammonizione (II INFR) e perché, al termine della gara, rientrava negli spogliatoi urlando a voce alta "abbiamo vinto contro tutti e contro la Lega", frase inopportuna e oltraggiosa (r.proc.fed., r.c.c.)".

Squalifica per doppia ammonizione, invece, per una gara per Iapichino e Rondanini,  entrambi per condotta scorretta verso un avversario.

Un Siena che, successivamente a queste decisioni prese dal giudice sportivo, dovrà correre ai ripari per affrontare al meglio la finale contro il Cosenza di sabato sera, dove, (sulla carta essendo arrivata seconda) parte come compagine favorita alla vittoria finale per la promozione in Serie B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *