Piazza Verga, una panchina rossa contro il femminicidio

Una panchina rossa in piazza Verga per ricordare le vittime del femminicidio è l'iniziativa promossa dal sindaco Enzo Bianco, su proposta della presidente del Consiglio comunale Francesca Raciti e della vicepresidente della V Circoscrizione Maria Grazia Felicioli, per sensibilizzare cittadini e opinione pubblica. 

panchina-2 E' stato il sindaco Enzo Bianco a dare l'ultimo colpo di rosso alla panchina di piazza Giovanni Verga da oggi dedicata a tutte le vittime del femminicidio. Accanto al primo cittadino, la presidente del Consiglio comunale Francesca Raciti, promotrice dell'iniziativa insieme alla vicepresidente della V Circoscrizione Maria Grazia Felicioli, l'assessore alle Pari Opportunità Valentina Scialfa, la consigliera Elisabetta Vanin, e Giovanna Zizzo e Vera Squadrito, mamme rispettivamente di Laura Russo e Giordana Di Stefano. "Con un piccolo gesto simbolico - ha detto il Sindaco -, abbiamo inteso pitturare di rosso una panchina in un luogo centrale della città, piazza Giovanni Verga, di fronte al Palazzo di Giustizia e accanto alla Caserma provinciale dell'Arma dei Carabinieri. Il rosso, come è già stato fatto in altre città d'Italia, mira ad attirare l'attenzione dei cittadini e dell'opinione pubblica nei confronti della violenza sulle donne. Un fenomeno drammaticamente diffuso, che è cresciuto enormemente negli ultimi anni ma che è spesso sottovalutato e deve invece spingere le donne sin dai primi segnali a cercare il sostegno delle forze dell'ordine e della magistratura". "Vogliamo dedicare questa panchina - ha continuato Bianco - a due ragazze della nostra città metropolitana che hanno pagato con il sangue questo approccio inaccettabile. Sono felice che accanto a noi ci siano le loro mamme, alle quali esprimiamo a nome di tutti i catanesi un gesto che vorrei fosse preso come una carezza. Anche per ringraziarle del loro impegno civile perché queste terribili vicende non si ripetano". "Ringrazio il sindaco Bianco - ha detto la presidente Raciti- per aver accolto la proposta di dipingere di rosso una panchina in un luogo simbolo della città, di fronte al Tribunale, perché si possa contribuire a tenere desta l'attenzione sul fenomeno e perché tutte le donne vittime di violenza possano ottenere giustizia. Ringrazio l'assessore Scialfa, la consigliera Vanin e la vicepresidente della V municipalità Felicioli, che fra l'altro hanno già portato avanti nei rispettivi ruoli diverse iniziative a favore delle donne, e un grazie particolare alle mamme di Laura Russo e Giordana Di Stefano". "Insieme con l'assessore Valentina Scialfa - ha aggiunto il primo cittadino - oltre alle iniziative già intraprese, abbiamo intenzione  di promuovere una serie di progetti nelle scuole, di carattere educativo, perché la sfida fondamentale è far passare già mentre si è bambini un messaggio di rispetto nei rapporti tra uomo e donna. Contiamo sulla collaborazione delle associazioni che operano in questo campo ma anche e soprattutto su  mamme e familiari che come voi vogliono far sì che questi episodi non si ripetano".