Palermo, il baratro: 4 sberle dal Sassuolo, Corini prossimo all’addio

Rosanero sconfitti dal Sassuolo nella 20° giornata del campionato di Serie A. Al gol iniziale di Quaison replicano Matri con una doppietta, Ragusa e Politano.

logo palermo calcio Brutta scoppola per il Palermo che incassa 4 goal dal Sassuolo e vede sempre più in bilico la posizione in panchina di Eugenio Corini. Il tecnico sceglie il 3-4-2-1 con Posavec in porta, difesa affidata a capitan Vitiello, Gonzalez e Goldaniga. A centrocampo, Rispoli e Pezzella agiscono sulle fasce mentre B. Henrique e Jajalo lavorano in mediana. In avanti, a supporto dell’unica punta Nestorovski, ci sono Quaison ed Embalo. L’avvio dei rosanero è positivo. Prima Nestorovski è chiuso dalla difesa del Sassuolo sul lancio di B. Henrique, poi Quaison ci prova col destro sulla respinta corta di Letschert trovando però le mani di Consigli. Al 9’, Palermo in vantaggio. Grande giocata di Nestorovski che difende bene la palla e col tacco lancia Quaison, il quale è bravissimo a controllare la palla, scartare Consigli e segnare a porta vuota. E’ il quarto gol in questa stagione per lo svedese. Il vantaggio rosanero dura 6 minuti. Berardi libera col sinistro per Matri che sfugge alle spalle della difesa rosanero e col destro batte Posavec. Reagisce bene il Palermo: prima ci prova Jajalo col destro, poi Embalo col sinistro. Entrambe le conclusioni creano qualche apprensione a Consigli ma terminano comunque sul fondo. Al 20’, ottimo scambio sulla destra tra Embalo e Rispoli, cross al centro per Nestorovski che colpisce di testa ma non trova la porta. Nonostante l’ottimo momento, il Sassuolo trova la rete del vantaggio con Ragusa che sfugge alla marcatura di Vitiello e col destro batte Posavec. Al 33’, invece, cartellino giallo per Quaison che ferma irregolarmente Letschert. Termina il primo tempo senza recupero. Il secondo tempo inizia con l’ingresso di Morganella al posto di Vitiello. Non cambia nulla tatticamente, con lo svizzero che compone il trio di difesa con Gonzalez e Goldaniga. I rosanero provano ad alzare i ritmi e giocano soprattutto sulla fascia destra con Embalo che in un paio di occasioni impensierisce la difesa del Sassuolo. Poi è lo stesso numero 11 a lasciare il campo a Diamanti. Ottima occasione per il Palermo al 20’, con Rispoli che ci crede, ruba il tempo a Peluso ma col destro da posizione favorevole centra in pieno Consigli. Un minuto dopo, il Sassuolo segna il terzo gol ancora con Matri che sfrutta un’indecisione della difesa per segnare a porta vuota. Pochi istanti dopo, fallo e cartellino giallo per Goldaniga che stende secondo Mazzoleni irregolarmente Ragusa da dietro. La squadra di Corini cerca in maniera confusa di creare qualche occasione per poter riaprire il match, ma i padroni di casa sono attenti e non concedono spazi. Neanche l’ingresso di Balogh per Quaison, al 32’, regala i frutti sperati.  Anzi, è il Sassuolo a trovare la quarta rete con Politano che col sinistro incrocia e batte Posavec. Con questa sconfitta, il Palermo resta a quota 10 in classifica. Tra sette giorni, al ‘’Renzo Barbera’’, arriva l’Inter.