Otto incontri per le Voci di primavera organizzati dalla Scam

Si intitola “Voci di primavera”, come un celeberrimo valzer di Johann Strauss, la programmazione del trimestre marzo-giugno 2013, varata dalla Società Catanese Amici della Musica. Un posto di rilievo viene, infatti, riservato ad una serie di composizioni dedicate proprio alla primavera, la stagione nel corso della quale avranno luogo ben otto incontri. Questo tema si interseca, peraltro, con il fil rouge dell’intero cartellone della SCAM, ossia la celebrazione dei più importanti anniversari del 2013. A Richard Wagner, infatti, verranno riservati tre appuntamenti (all’Ares Hotel di San Giovanni La Punta, il 27 marzo, l’8 aprile e il 22 maggio), dedicati alle ultime tre giornate dell’Anello del Nibelungo, l’imponente saga mitologica presentata da Tony Maugeri. L’ultimo incontro è previsto proprio nel giorno del 200° compleanno del compositore tedesco, a cui sarà dedicata una grande festa.

Ma altri due musicisti verranno ricordati in occasione di importanti anniversari. Alla Sagra della primavera di Igor Stravinskij, autentica pietra miliare della storia della musica del Novecento tenuta a battesimo esattamente cento anni or sono, Graziella Seminara dedicherà un momento di riflessione critica, seguito dalla proiezione della coreografia originale di Vaclav Nižinskij (il 3 maggio all’Hotel Katane Palace). Di Francis Poulenc, nel cinquantenario della morte, si ascolteranno alcuni brani particolarmente significativi: il Diario delle melodie (il 13 maggio, al Monastero dei Benedettini), eseguito dal soprano Claudia Caristi e dal pianista Maurizio Innocenti, e il celebrato Sestetto per fiati e pianoforte, clou del concerto del Bellini’s Wind & Piano (il 20 maggio all’Hotel Katane Palace).

Nel cartellone della SCAM non poteva mancare uno spazio dedicato ai talenti catanesi. Per questo, il sodalizio è lieto di ospitare il debutto etneo del giovanissimo controtenore Riccardo Angelo Strano, già ospite delle più prestigiose ribalte internazionali, che si esibirà accompagnato dal pianista Alistair Sorley (il 29 aprile, all’Hotel Katane Palace) in un repertorio che si estende da Monteverdi agli ultimi bagliori dell’Ottocento. La stagione si concluderà il 10 giugno, al Piccolo Teatro di Catania, con l’Orchestra da Camera “Amici della Musica”, costituita grazie al diuturno impegno del violinista Giuseppe Giarlotta e per l’occasione diretta da Vito Imperato: in programma musiche di Antonio Vivaldi (tra cui il famosissimo concerto dedicato alla primavera, primo numero del Cimento dell’armonia e dell’inventione) e Johann Strauss junior.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *