Nuoto Catania, crescere nella sconfitta

La Seleco Nuoto Catania è stata sconfitta 8-19 dai campioni d'Italia della Pro Recco

Sport Managemt Vs prorecco qualificazioni Coppa Italia

Affrontare i campioni d'Italia in casa era un onore, affrontarli a viso aperto e al massimo delle proprio possibilità una necessità per non sfigurare. E per fare esperienza e crescere. Ad una settimana di distanza, i goal al passivo subiti dalla Seleco Nuoto Catania sono gli stessi che contro la Sport Management, ma le sensazioni post partita sono molto diverse. Almeno per i primi due quarti, nonostante assenze importanti, i padroni di casa hanno tenuto bene il confronto contro la Pro Recco, scappata subito sul 3-0 nel primo parziale e poi riavvicinata da una doppietta di Sparacino. Dal secondo parziale in poi, gli ospiti hanno cominciato ha segnare con più continuità, trovando la rete con Gitto e Di Fulvio più volte. Gli etnei hanno però resistito, trovando una reazione d'orgoglio nell'ultimo quarto, chiuso con un passivo di 3-5. Il punteggio non lascia dubbi, ma la prestazione in acqua fa ben sperare il tecnico Giuseppe Dato: "Venivamo da una partita difficile e cercavamo un riscatto personale. Oggi in acqua abbiamo visto perché la Pro Recco è campione d'Italia ma sono contento di quanto abbiamo espresso in questi quattro tempi, per di più senza La Rosa e Privitera infortunati con Brian Torrisi acciaccato e il capitano fuori a metà incontro. Sono convinto che con il piglio che abbiamo mostrato oggi possiamo andare molto lontano. Per questo mi aspetto molto dai prossimi impegni. Paradossalmente il campionato adesso sarà ancora più difficile, perché già dal prossimo impegno contro la Lazio Nuoto dobbiamo provare a vincere, a vincerle tutte. Mi aspetto di mantenere questa posizione in classifica se non di agganciare qualcuno davanti". Sebbene il suo mestiere sia difendere, nei primi otto minuti Andrea Sparacino ha anche trovato modo di bucare le rete avversaria per due volte, per la soddisfazione sua e del pubblico accorso alla Francesco Scuderi: "L'obiettivo odierno era quello di non sfigurare davanti il nostro pubblico. Ci siamo riusciti e adesso ci prepariamo per una partita ancora più importante. Personalmente sono felice di aver realizzato un sogno, giocavamo contro una delle squadre più forti del mondo, con alcuni dei giocatori migliori al mondo ed aver contribuito anche in fase realizzativa mi rende orgoglioso. La dedica è per i ragazzi delle giovanili che alleno e per tutto l'ambiente catanese".

SELECO NUOTO CATANIA - PRO RECCO N e PN 8-19

SELECO NUOTO CATANIA: Jurisic, Lucas, Torrisi, Catania 1, Sparacino 2, Russo 1, Torrisi 1, Danilovic 2, Kacar, Forzese, Divkovic, Kovacic 1, Graziano. All. Dato

PRO RECCO N e PN: Tempesti, Di Fulvio 6, Mandic 2, Bruni 1, Molina Rios 2, Bodegas 1, Alesiani, Echenique Saglietti 5, Pelliccia, Caliogna, Aicardi, Gitto 2, Massaro. All. Vujasinovic

Arbitri: L. Bianco e Romolini

Parziali 2-3, 2-6, 1-5, 3-5 Uscito per limite di falli Sparacino (Nuoto CT) e Kacar (Nuoto CT) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Nuoto CT 1/9 e Pro Recco 8/10. Spettatori 300 circa