Mondiali 2014: tsunami tedesco sul Brasile

A Belo Horizonte (Brasile) nella prima semifinale del mondiale la Germania travolge nettamente il Brasile con un netto 7-1 e vola in finale. Le reti sono di Klose (miglior marcatore della storia dei Mondiali), Khedira, Muller e le doppiette di Kroos e Schurrle. Inutile la rete di Oscar per il Brasile nel finale. Per la seleçao si tratta di una disfatta storica

 

 

 

 

A Belo Horizonte succede l'inimmaginabile, in soli 30 minuti il Brasile va fuori dal mondiale subendo una disfatta storica. Nella prima semifinale la Germania travolge nettamente la seleçao con un sonoro 7-1 e conquista la sua ottava finale della sua storia in un mondiale.

Le reti sono di Klose (miglior marcatore della storia dei Mondiali), Khedira, Muller e le doppiette di Kroos e Schurrl, inutile la rete di Oscar per il Brasile nel finale. La partita inizia in un clima euforico e pazzesco come del resto lo è stato per tutto il campionato del Brasile.

Una cornice di pubblico straordinaria che canta a squarciagola sulle note de l'Hino Nacional Brasileiro. Il clima di festa in soli 30 minuti si trasforma in un incubo sportivo. La Germania rifila al Brasile cinque gol e mette un'ipoteca sulla finale.

La partita finisce 7-1 per i tedeschi e il Brasile viene letteralmente umiliato.

Sconforto fra tutti i tifosi brasiliani increduli per quello che stava accadendo, l'immagine più eloquente della disfatta, la si legge sul volto del bambino che piange a fine tempo che sta facendo il giro del web.

Il Brasile senza i suoi due uomini migliori vale a dire Neymar e Thiago Silva, uno fuori per infortunio e l'altro per squalifica, non è mai stata in partita avendo di fronte una squadra come la Germania, meglio organizzata tatticamente e nettamente superiore sul piano fisico.
A fine partita i giocatori della seleçao sono increduli per quello che è accaduto abbandonano il terreno di gioco tra lo sconforto e le lacrime quasi a chiedere scusa a tutti i tifosi brasiliani per la loro prestazione veramente disastrosa. A recitare il mea culpa è il ct Felipe Scolari che dichiara: "Abbiamo cercato di inseguire il nostro sogno e non ci siamo riusciti.
Chiedo scusa a tutto il popolo brasiliano per il risultato. Noi continueremo a lavorare per cercare di raggiungere il terzo posto. Grazie al nostro pubblico che comunque ci ha sostenuto. Chi è il responsabile di tutto ciò? Io, di tutto. Responsabilità condivise, ma scelta giocatori, tattica e modulo di gioco è mia, io sono il responsabile".
Mentre il Brasile piange e vive il suo dramma sportivo in Germania si festeggia in tutte le piazze orgogliosi di avere battuto i padroni di casa, dati alla vigilia del mondiale come la squadra favorita per il successo finale. La Germania attende adesso l'altra finalista del mondiale nell’incontro Olanda e Argentina.

 

TABELLINO
Brasile-Germania 1-7
Marcatori: 11' Muller (G), 23' Klose (G), 24' Kroos (G), 26' Kroos (G), 29' Khedira (G); 69' Schurrle (G), 79' Schurrle (G), 90' Oscar (B).
Brasile (4-2-3-1): Julio Cesar 5; Maicon 5, Dante 4, David Luiz 3, Marcelo 4; Fernandinho 4 (46' Paulinho 5); Luiz Gustavo 4,5; Bernard 4, Oscar 5, Hulk 3 (46' Ramires 5); Fred 4 (71' Willian 5). A disp.: Jefferson, Victor, Dani Alves, Henrique, Maxwell, Hernanes, Jo. All.: Scolari 4.
Germania (4-2-3-1): Neuer 7; Howedes 7, Boateng 7, Hummels 7 (46' Mertesacker 6,5), Lahm 7; Khedira 8 (75' Draxler 6,5), Schweinsteiger 7,5; Muller 8,5, Kroos 8,5, Ozil 7; Klose 7,5 (58' Schurrle 7,5). A disp.: Weidenfeller, Zieler, Durm, Grosskreutz, Ginter, Gotze, Kramer, Podolski, Mustafi. All.: Low 8.
Arbitro: Marco Rodriguez.
Ammonito: Dante (B).
Note: Angoli 7-5. Rec.: pt 1', st 2'.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *