L’Archimandritato del SS. Salvatore di Messina: storia e tesori librari a 900 anni dalla fondazione

Alla Biblioteca Regionale Universitaria “Giacomo Longo” di Messina un altro interessantissimo evento per i giorni in cui ricorrono le giornate europee del patrimonio, la più estesa e partecipata manifestazione culturale d’Europa

Il 24 settembre si è svolta, alle ore 17,30, presso la Biblioteca Regionale Universitaria “Giacomo Longo” di Messina, in collaborazione con l'Archeoclub d'Italia APS Area Integrata dello Stretto, l’Inaugurazione dell'Esposizione bibliografia e iconografica curata dalla Biblioteca dal titolo "L'Archimandritato del SS. Salvatore di Messina: storia e tesori librari a 900 anni dalla fondazione”, arricchita dalla ricerca bibliografica "L'Archimandritato del SS. Salvatore e la sua biblioteca nei preziosi fondi della G.Longo”. Tale ricerca è stata curata da Amelia Parisi, Carmen Puglisi e Luigi Sturniolo.

La manifestazione, nata su iniziativa della Dottoressa Trovato, Presidente di Archeoclub d'Italia APS Area integrata dello Stretto, ha visto  la presenza del Sindaco della città di Messina, Federico Basile.

Sabato 24 e domenica 25 settembre ricorrono le Giornate Europee del Patrimonio, la più estesa e partecipata manifestazione culturale d’Europa, il cui programma è promosso all’interno del sito del Ministero della Cultura. In queste giornate sono previste visite guidate, iniziative speciali o aperture straordinarie e serali nei musei statali a tariffe agevolate.

Quella allestita alla Biblioteca Regionale Universitaria “Giacomo Longo” è una mostra letteraria di grandissimo valore storico in quanto si compone di rarissimi volumi manoscritti in bizantino ed in greco, provenienti dall'antico Archimandritato, a noi pervenuti attraverso molteplici vicissitudini storiche e custoditi dalla Biblioteca nel ricco Fondo SS. Salvatore. Ad impreziosire la rassegna l’esposizione di oltre centotrenta monografie del libro moderno, con studi approfonditi di autorevoli esperti in materia ed una sezione iconografica di stampe antiche.

Autori straordinari che hanno contribuito a tracciare i confini di quella grecità a cui sentiamo ancora oggi in qualche modo di appartenere e che emerge forte nelle radici storiche della Sicilia, dall’architettura, alla lingua, alla produzione di poemi e testi sacri. Quella grecità che tesse la trama e le tradizioni della nostra Sicilia e da cui tutti noi ancora oggi traiamo ispirazione. La mostra è una narrazione del passato dell’identità della nostra Terra, da tramandare alle future generazioni, attraverso le fonti documentarie. Gli interventi dei diversi relatori hanno arricchito la presentazione e dato modo al pubblico di apprezzare le opere esposte in tutto il loro valore, aiutati in questo dall’attento e molto preparato personale della Biblioteca Regionale Universitaria “Giacomo Longo”.

Il convegno si è tenuto presso i Chiostri di Santa Maria all'Arcivescovado con l'introduzione della Dott.ssa Tommasa Siragusa, Direttrice della Biblioteca e della Dott.ssa Rosanna Trovato, Presidente dell'Archeoclub d'Italia Area Integrata dello Stretto. In apertura, i Saluti Istituzionali del Sindaco di Messina, Federico Basile, del Prof. Giuseppe Giordano, Direttore del Dicam Unime e del Prof. Daniele Macris, Presidente della Comunità Ellenica dello Stretto.

A seguire hanno dato il loro pregevole contributo Don Roberto Romeo, Docente di Storia e Teologia dell'Oriente Cristiano ISSR Istituto Teologico San Tommaso (Messina), la Prof.ssa Donatella Bucca, Associato Paleografia Dicam Unime, il Prof. Emanuele Castelli, Ricercatore Storia del Cristianesimo e delle Chiese Dicam Unime, Ha ben coordinato i lavori la Prof.ssa Rosa Maria Lucifora, Specialista in Letteratura Latina, Associato DISU, Potenza, Università della Basilicata.

La mostra rimarrà  aperta nei giorni  feriali fino al 14 ottobre 2022 .Orario: 9,30-13,00. Il mercoledì pomeriggio:15,30-17,30. Per informazioni e prenotare visite guidate:urpbibliome@regione.sicilia.it  brs.me.uo2@regione.sicilia.it