La IV edizione di Palco Off ai nastri di partenza

Le voci del Teatro con MISURA PER MISURA dall'8 al 18 ottobre al Teatro del Canovaccio

 

Palco Off nasce nel 2012 con la Direzione Artistica di Francesca Vitale e la Direzione Organizzativa di Renato Lombardo nella programmazione del Brass Jazz Club, con l'intento di dare spazio al Teatro OFF, un Teatro fuori dagli schemi e dai circuiti istituzionali. L'idea di Palco Off  oggi è una realtà in piena espansione che tra i suoi temi tratta diversità e solidarietà, immigrazione ma anche comicità,ma che offre molto altro in questa quarta stagione che quest’anno, a Catania, si dividerà tra il Teatro del Canovaccio, Via Gulli, 12 e il Teatro Tezzano, Via Tezzano, 40, ma che, espandendosi nazionalmente, debutterà anche al Teatro Libero di Milano, ove la rassegna sarà tematica e dedicata alla Sicilia.

 A Catania la rassegna manterrà la formula caratteristica di questi anni: un aperitivo di benvenuto offerto dai nostri sponsor tecnici, Alcantara, Tenuta del Nanfro e Talè, lo spettacolo e la chiacchierata finale con l’attore. 

Le novità di maggior rilievo saranno la presentazione di due spettacoli di nostra produzione con la regia di Nicola Alberto Orofino: “Sugnu o non Sugnu - una notte insonne in casa Shakespeare” (3,4,5,6,10,11,12 e 13 marzo) dove Francesca Vitale, ideatrice di Palco Off, sarà in scena con Francesco Foti, e “Virginedda Addurata” (5,6,7,8,12,13,14 e 15 maggio), con Egle Doria, scritto su un fatto di cronaca da Giuseppina Torregrossa, dedicato al tema del femminicidio, e il debutto assoluto dello shakespeariano "Misura per Misura"(anch'esso con la regia di Orofino) che apre la stagione l’ 8 ottobre con Francesco Bernava, Daniele Bruno, Stefania Di Pietro, Carmen Panarello, Giovanni Santangelo, Alice Sgroi e Riccardo Vinciguerra. 

I teatri che ospiteranno la rassegna sono due: il Teatro del Canovaccio per il debutto e le nostre produzioni – dal giovedì alla domenica otto repliche in due settimane con le pomeridiane domenicali - ed il Teatro Tezzano per le produzioni ospiti, con due repliche il venerdì e sabato. 

Una particolare attenzione, quest’anno, a temi di attualità: la  diversità e solidarietà  di “Giacominazza” (13 e 14 novembre) di Luana Rondinelli, in scena con Melania Genna, e “‘A testa sutta" (12 e 13 febbraio) di Luana Rondinelli e con Giovanni Carta, la tragedia dell’immigrazione di “Nel mare ci sono i coccodrilli” (22 e 23 gennaio), tratto dal libro di Fabio Geda con Christian di Domenico, il degrado di certe realtà e i suoi risvolti comici di “Dieci” (11 e 12 dicembre) di Andrej Longo con Elena Dragonetti, ma anche momenti musicali e magici, come la poesia del vivere di “Cuore Nero” (’8 e il 9 aprile) di Aldo Rapè con Roberto Barni, Vincenzo Lo Iacono, Giuseppe Longo, Fabio Melilli, Marco Pluchino, Alessandra Ristuccia e lo stesso Rapè.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *