I Minori Stranieri Non Accompagnati di Salemi, Trapani, vincono il Primo Torneo di Calcio Balilla Umano “Badia Grande” – I VIDEO

La squadra “MSNA Salemi”, composta dai minori stranieri non accompagnati del Prog. FAMI 24 Welcome, vince il 1 Torneo di Calcio Balilla Umano “Badia Grande”.

La finalissima, disputata in Piazza Municipio a Custonaci, ha visto primeggiare fin dai primi minuti di gioco la formazione salemitana sui minori non accompagnati del “MSNA Bonagia“, battuta per 2 a 1. Conquistano il terzo posto i ragazzi del “SAI Marsala” (della sede di Buseto Palizzolo) battendo nelle semifinali i minori non accompagnati del “MSNA Mappamondo” che si piazzano al quarto posto. Si conclude così il 1 Torneo di Calcio Balilla Umano itinerante che ha toccato le piazze di Marsala, Valderice e Custonaci e che ha visto confrontarsi con grande spirito sportivo i migranti ospitati dai Centri di Accoglienza gestiti dalla Cooperativa Sociale Badia Grande in provincia di Trapani.  “Siamo estremamente compiaciute per la straordinaria riuscita del Torneo di Calcio Balilla Umano, un evento sportivo dal forte sapore sociale – hanno commentato le ideatrici dell’evento Greta Margagliotti (Coordinatrice progetti SAI Valderice, Alcamo e Palermo), Lorena Tortorici (Coordinatrice progetto SAI Marsala) e Valentina Vicari (Coordinatrice area MSNA) – Questo torneo non è stato solo una competizione, ma un’opportunità di incontro e condivisione, un evento che ha messo in risalto i veri valori fondamentali di accoglienza, integrazione e inclusione”.

Al torneo hanno preso parte 8 squadre composte ognuna da otto “calciatori”, denominate: MSNA BONAGIA, MSNA Mappamondo, MSNA Salemi, SAI Valderice, SAI Alcamo, SAI Marsala, SAI Marsala (sede di Buseto Palazzolo), SAI Marsala (sede di Paceco) e composte da giovani migranti di età compresa fra i 16 ed i 26 anni di diverse nazionalità (Bangladesh, Costa d’Avorio, Afghanistan, Tunisia, Egitto, Somalia, Marocco, Afgani). “Il Calcio Balilla Umano ha dimostrato che, attraverso il gioco e la collaborazione, è possibile promuovere un ambiente di rispetto reciproco e di amicizia – ha detto il sindaco di Custonaci Fabrizio Fonte -. È stato entusiasmante vedere persone di tutte le età e provenienze unirsi in un gioco che, nella sua semplicità e divertimento, ha saputo creare legami, abbattere barriere e costruire comunità sempre più inclusive”.

Un simpatico momento conclusivo ha arricchito la serata, l’incontro tra una formazione di Custonaci e i “campioni” MSNA Salemi, vinta da quest’ultimi che hanno confermato il loro record di squadra imbattuta del torneo. “Non potevamo competere agonisticamente con i vincitori del Torneo – ha commentato l’assessore ai Servizi Sociali Maria Pia Zichichi -. Siamo scesi in campo come tessuto sociale che tende la mano all’immigrazione e che crede nei valori dell’inclusione. Insieme ai migranti della Cooperativa Sociale Badia Grande, abbiamo vissuto una giornata che ha incarnato i veri valori umani, dove lo sport abbatte ogni differenza”. La serata è proseguita con la proiezione su schermo gigante della diretta della partita Italia-Albania per condividere le emozioni del calcio con un momento di aggregazione, socializzazione ed integrazione “Agli Europei si tifa insieme”. Infine, per festeggiare la vittoria del Torneo e la vincita della prima partita della Nazionale non è mancata la buona Musica dal vivo con i “ForeWay”

Gli eventi promossi dalla Cooperativa Sociale Badia Grande per celebrare la Giornata Mondiale del Rifugiato non si limitano al Torneo di calcio balilla umano, ma si articolano fino al 28 giugno prossimo con tante altre iniziative per promuovere l’integrazione attraverso: laboratori di narrazione, testimonianze, dibattiti e incontri ma anche performance di danza, musica dal vivo e momenti di convivialità. Ieri sera, Domenica 16 giugno, ad Alcamo (Cassaro Stretto) gli ospiti dei centri di accoglienza gestiti dalla Coop Sociale Badia Grande hanno parteciperato alla manifestazione “Mediterraneo di Pace” (tavolata multietnica per le vie del centro storico). Si continuerà, Venerdì 21 giugno, al Complesso Monumentale San Pietro di Marsala (ore 10:00/13:00) con una kermesse culturale sul tema “Ogni storia merita di essere ascoltata”. Sabato 22 giugno, presso le Cantine Chitarra (ore 18:00 – 00:00), si terrà un talk di confronto ed un momento conclusivo caratterizzato da convivialità e festa. Venerdì 28 giugno (10:00/13:00), si terrà ad Alcamo l’evento conclusivo con la proiezione del metrometraggio “SOTTO LO STESSO CIELO – Abbiamo diritto ad una vita felice”, scritto e diretto da Carlo Palmeri.

a Cognita Design production
Torna in alto