Diocesi di Acireale: visita pastorale del vescovo Antonino Raspanti dal 29 ottobre a Riposto

È occasione favorevole per dare voce ai bisogni e alle attese dei giovani, delle famiglie, degli anziani e degli ammalati che condividono il medesimo cammino di fede.

Al termine del Solenne Pontificale dello scorso 2 ottobre nella Basilica Cattedrale di Acireale, colma di fedeli per l’inizio del nuovo anno pastorale e venuti a ringraziare il Signore nell’anniversario del XII anno da Episcopo di Monsignore Antonino Raspanti, è stata data lettura del decreto di indizione della Visita Pastorale, che il vescovo svolgerà in tutte le comunità parrocchiali della diocesi.

Come specificato in “Apostolorum Successores”, il Direttorio per i Vescovi, “La visita pastorale è una delle forme con cui il vescovo mantiene contatti personali con il clero e con gli altri membri del Popolo di Dio. È occasione per ravvivare le energie degli operai evangelici, lodarli, incoraggiarli e consolarli: è anche l’occasione per richiamare tutti i fedeli al rinnovamento della propria vita cristiana e ad un’azione apostolica più intensa”.

Monsignore Raspanti ha ufficializzato le nomine dei covisitatori dei quali si avvarrà, scegliendoli tra religiosi, laici e alcuni direttori degli uffici pastorali della diocesi. Saranno ad accompagnare il vescovo in questa importante esperienza per la Diocesi:

Don Antonio Agostini, segretario vescovile
Don Salvatore Grasso, direttore ufficio pastorale delle famiglie
Don Orazio Sciacca, direttore ufficio pastorale giovanile
Don Orazio Tornabene, direttore ufficio caritas
Suor Beniamina Tropiano S.A.C.
– I laici Francesco Leonardi e Alfio Pennisi

L’evento annunciato è espressione concreta della vicinanza di Cristo e della sua presenza nella Chiesa, attraverso l’infaticabile opera dei successori degli apostoli e in seno al cammino sinodale questo incontro diventa occasione di confronto fraterno e discernimento per stimolare una riflessione onesta sul presente e progettare nel modo migliore il futuro.

La visita pastorale sarà strutturata in varie fasi che ciascuna comunità parrocchiale interessata modulerà adattandola alle proprie esigenze e caratteristiche e avrà il suo culmine nell’incontro della comunità con il vescovo, che ascolterà e accoglierà preoccupazioni, gioie e fatiche che verranno espresse.

Il Solenne Pontificale di domenica 29 ottobre nella Basilica di San Pietro in Riposto darà il via alla visita pastorale e continuerà lunedì 30 nella chiesa Immacolata di Lourdes, entrambe guidate dal parroco don Marco Catalano. Le comunità avranno la possibilità nella persona del Vescovo Antonino di sperimentare l’amore paterno di Dio. Sarà l’occasione favorevole per dare voce ai bisogni e alle attese dei giovani, delle famiglie, degli anziani e degli ammalati che condividono il medesimo cammino di fede. La visita pastorale continuerà nei prossimi mesi e interesserà tutte le comunità parrocchiali della diocesi.

a Cognita Design production
Torna in alto