Catania FC: firmano Livieri, Maffei, Marsura, Popovic e Curado

Un portiere, due difensori e altrettanti attaccanti, ora grande attesa per Di Carmine e Quaini.

Giornate fruttuose per i dirigenti del Catania che hanno operato continuamente sul mercato al fine di completare quanto più rapidamente possibile la rosa a disposizione del tecnico Tabbiani. Prima regolarizzazione, giorno 5, con il portiere Alessandro Livieri, classe ’97, per arrivare a giorno 11 con la firma del difensore argentino Marcos Curado. Nel mezzo, giorno 8, la firma del giovanissimo difensore Mattia Maffei, giorno 9, il contratto dell’attaccante classe ’97 Davide Marsura (nella foto, con il vice presidente e amministratore delegato Vincenzo Grella), e giorno 10, infine, l’altro attaccante, il ventenne Gabriel Popovic. Ma ecco un breve profilo di ognuno dei sei giocatori neorossazzurri.

Individuato, dunque, il portiere d’esperienza da affiancare al giovane lettone Klavs Bethers, che potrà trarre dal collega più maturo insegnamenti utili alla propria crescita: la figura di Alessandro Livieri è proprio quella di un portiere che ha nelle sue corde l’idea di impostare la costruzione del gioco dal basso, giusto ciò che cerca Tabbiani. Nato calcisticamente nel Milan, nello spogliatoio della Primavera rossonera è compagno di Gianluigi Dommarumma, che ritroverà poi come titolare scelto da Sinisa Mihajlovic nella prima squadra dove Livieri sarà considerato a lungo il terzo portiere. Con la maglia della FeralpiSalò gioca le sue prime partite da titolare, ma successivamente parte dall panchina; viene notato allora dal Pisa che lo vuole per farlo maturare e in virtù di ciò lo girano in prestito al Lecco e alla Pro Sesto. Finalmente protagonista da titolare, ritorna a Pisa, partendo dalla panchina, ma nelle due stagioni più recenti non gli sono mancate le opportunità di mettersi in luce, mantenendo anche inviolata la propria porta in otto gare.

Mattia Maffei è un terzino sinistro classe 2004 cresciuto nel settore giovanile della Cavese, dove arriva alle porte della prima squadra già nella stagione 21-22, diventandone una pedina importante nella scorsa stagione. Particolarmente in luce per la giovanissima età, arriva anche la convocazione per la Viareggio Cup dello scorso anno, grazie alla Rappresentativa di Serie D, dove, tra gli altri colleghi di squadra, conosce il centrale di difesa Alessio Castellini, attuale compagno in rossazzurro. Alla Cavese, Maffei gioca bene le sue carte: le due stagioni in Serie D, tra campionto, playoff e Coppa, raccontano molto delle sue presenze, i suoi assist e il sinistro “educato”, che da oggi può mettere al servizio del Catania, anche se, nel suo ruolo, ha davanti un Mazzotta da prendere ad esempio.

Davide Marsura, attaccante classe 94, è cresciuto in quello che era considerato uno dei grandi settori giovanili nazionali, il vivaio dell’Udinese. Con la maglia bianconera ottiene una serie di convocazioni tanto in Serie A quanto Europa League, ma la sua è una presenza circoscritta alla panchina. Pertanto la prima esperienza professionistica con i verdeblu della Feralpisalò nella Prima Divisione della Lega Pro lo porta all’attenzione di squadre di Serie B, come Modena e Brescia, che ne permetteranno l’esordio nella categoria superiore. Ma gli anni che meglio di tutti consolidano il suo ruolo sono quelli trascorsi al Venezia, grazie soprattutto alla promozione in Serie B dei “lagunari”. Negli anni successivi si attueneranno impatto e spazio di Marsura, che preferisce salutare la citta di San Marco, anche se le successive tappe di Carpi, Livorno, Pisa, Ascoli e Modena, ad onor del vero, non lasciano ai posteri pagine significative con il suo nome. Una piazza importante come Catania diventa adesso il trampolino perfetto per il proprio rilancio.

Sebbene da giorni aggregato ai compagni in ritiro a Zafferana, l’attaccante classe 2003 Gabriel Popovic ha finalmente potuto ufficializzare la sua partecipazione al roster rossazzurro. È nato in Inghilterra, ma è australiano con passaporto croato, grazie al quale è stato possibile tesserarlo nella qualità di calciatore comunitario. Nelle due recenti stagioni ha fatto parte del NK Rudes di Zagabria, e proprio alla fine dell’ultimo campionato la sua squadra ha vinto il torneo 1. NL, corrispondente alla nostra Serie B, ottenendo la promozione alla massima serie croata, la HNL. Sebbene Popovic sia stato più impiegato per lo più nel massimo torneo giovanile non è comunque mancato il suo apporto alla prima squadra. Nell’operazione si evince il chiaro interessamento di Vincenzo Grella, vista la lunga amicizia che lo lega al connazionale Tony Popovic, padre del ragazzo e compagno in Nazionale tra i “Socceroos” australiani.

Il primo argentino della gestione Pelligra, ma con cittadinanza italiana, è un centrale di difesa classe ’95, Marcos Curado. Dopo i trascorsi iniziali nell’Arsenal Fútbol Club, proprio quello del Papu Gomez, si può considerare a buon partito un esperto dei campionati italiani, essendo ormai quella attuale la sua sesta stagione nello “Stivale”, la prima in Serie C. A conti fatti, a partire dal 2018-19 Curado ha sempre cavalcato il campionato cadetto italiano, giocando a CrotoneFrosinone e Perugia. Dopo le ultime due buone stagioni con la maglia dei grifoni biancorossi, Curado giunge a Catania da svincolato.

a Cognita Design production
Torna in alto