Rotary Catania Duomo 150 e ‘Archimede’ insieme per la robotica e il futuro dei giovani

"Innovazione tecnologica per il sociale: robotica, automazione e stampa 3D" questo il tema trattato durante l'interessante conferenza organizzata dal Rotary Club Catania Duomo 150 in collaborazione con l'Istituto Tecnico Industriale “Archimede".

Una vetrina internazionale degna di plauso e di distinzione per i giovani talenti che frequentano questo istituto all'avanguardia: l'Aula Magna dell'ITI Archimede di Catania. Un argomento quello della tecnologia di altissimo valore per lo sviluppo dei giovani con un aspetto economico, culturale, architettonico, che riflette come la robotica sia lo studio della tecnologia moderna.
Una scuola dotata di mezzi modernissimi, macchinari e laboratori che abilitano i giovani  a una disciplina di studio contemporaneo, di eccellenza elettronica, di sapienza e di creazione, in sintesi , un vivaio di cultura tecnica. Ad aprire i lavori l'arch. Concetta Lazzaro, past teacher dell’Istituto Archimede, esperta  in  Architettura e Urbanistica. Ha espresso un esimio benvenuto a tutti gli intervenuti e, soprattutto, un pensiero di buon auspicio al neo Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.
La Lazzaro ha posto l'accento come la "robotica, in Italia, sia un'area d'eccellenza con tantissime prospettive, offrendo un'opportunità unica e strategica per affrontare le diverse sfide, creando una sinergia tra i diversi attori coinvolti dall'industria sino al governo sia a livello nazionale che regionale".

La Dirigente scolastica dell’I.T.I. prof.ssa  Daniela Vetri  ha  sottolineato che nella scuola si utilizza e si promuove una didattica innovativa sia nell’azione di informatizzazione che nell’automazione conoscitiva  in diversi settori sia a sostegno della medicina che della società  bisognosa. Utili gli applicativi in campo di Intelligenza Artificiale (A.I.) mediante collaborazione con il Laboratorio Nazionale del Sud di Catania e la Facoltà di Ingegneria
La  parte tecnica  è stata presentata  con valenza innovativa e tanta professionalità dal Prof. Domenico Ardito, docente di  elettronica  all’ I.T.I. Archimede - Insignito nell’anno 2014, insieme ai suoi  giovani talenti, con il premio LIONS  DAY AWARD, riconoscimento per i grandi progetti  esecutivi a livello mondiale (robotica, cibernetica e elettronica) un esempio di tecnologia all’avanguardia.
Una presenza istituzionale  nel tavolo dei relatori con Angela Mazzola, assessore alle  attività produttive del Comune di Catania, esprimendo un augurio di crescita per tutti i giovani di buona valenza, che durante il periodo di studio vogliono applicarsi in nuovi settori di ricerca e sviluppo per avere un futuro nel mondo del  lavoro.

Il Prof. Domenico Ardito ha presentato i robot costruiti insieme con i suoi ragazzi, un trio esplosivo, formato da Davide Nastasi, Marco Scirocco e Salvatore Pagano, che grazie al loro lavoro si sono aggiudicati la vittoria del campionato mondiale di robotica a Singapore, confrontandosi con i grandi della Cina, Turchia, Eindhoven e Messico, grazie anche a dei finanziamenti  della MIUR.

Altro personaggio di rilievo il Prof.  Giovanni Muscato, ordinario di robotica alla facoltà di Ingegneria, all'Università di Catania, ha introdotto il concetto di “aiuto infantile" per i bambini che sono affetti da autismo. Altro intervento è stato quello di Concetto Bonanno, presidente Cta-Unae Sicilia e dell’ing. Branciforti, rappresentante della S.T.M., che hanno condiviso l'iniziativa dei due enti.
Presenti alcune aziende catanesi quali: The BEHAVIOR LABS di Daniele Lombardo, FabLab Catania della CEO Carmen  Russo (Makers di Dr.Jack - app. salvavita) e Simone Smedile della 3D Store - stampa 3D.
Ha conclusi i lavori congressuali  il dott. Nino Prestipino, presidente distrettuale per la Disabilità. Il Presidente del Rotary Club Catania Duomo 150 - la dott.ssa  Mirella Portaro - assente per motivi personali - ha fatto pervenire apprezzamenti ai giovani per la loro spiccata intelligenza, con l'auspicio di proseguire gli studi su questo percorso. Un lungo applauso e tanti ringraziamenti è andato ai relatori e a tutti i partecipanti. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *