“Capra… ma non troppo!”: divertimento assicurato con il trio Astorina, Saitta e Capodici

Un finale spumeggiante di puro divertimento per la stagione 2022/2023 al Teatro Angelo Musco. L’associazione culturale ABC firma una nuova ed esilarante produzione che chiude il sipario. Gino Astorina, affiancato da Eduardo Saitta e Antonello Capodici, porta in scena “Capra… ma non troppo!” che ne firma, anche, la regia.

Saranno nove le repliche previste: giovedì 18 maggio (ore 19.00), venerdì 19 maggio (ore 21.00), sabato 20 maggio (ore 17.30 e 21.00), domenica 21 maggio (ore 18.00), venerdì 26 maggio (ore 21.00), sabato 27 maggio (ore 17.30 e 21.00), domenica 28 maggio (ore 18.00).

Molto liberamente ispirato ad un classico dell’autrice franco-iraniana Jasmine Reeza – spiega Capodici – “”Capra… ma non troppo!” è la storia di tre solitudini. Tre uomininon troppo lontani, non troppo vicini alla crisi della mezza etàche tentano di dare un significato a tutte le cose che, irrimediabilmente, hanno perso; compresa una amicizia che affonda l’origine in una remota “golden age” collettiva. Oggi – continua Antonello Capodici – questi tre reduci, feriti, stropicciati, abbandonati dalle donne, dalle illusioni, umiliati dal passare degli anni, litigano e si commuovono davanti ad un enigmatico quadro d’autore, pagato la sciocchezza di quarantamila euro. Un quadro integralmente, totalmente, inequivocabilmente bianco; o forse no. Capita però che le tre storie separate confluiscano in una commedia unica, e che le tre solitudini ridiventino una sola vicenda: di solidarietà, di reciproco soccorso, di amore”.

Sergio, che ha comprato il quadro (capolavoro? “bluff” clamoroso? truffa spudorata?) sembra il più in crisi; ma Marco – assertivo, deciso, un po’ fascista – non lo sarà da meno; né il terzo – il fragile Ivano – risulterà meno protagonista di un passaggio che, come spesso capita negli uomini, mima una specie di rito adolescenziale celebrato con colpevole ritardo.

Gino Astorina è perfetto nel ruolo dell’esilarante dermatologo appassionato d’arte, che vede fantasmagoriche provocazioni intellettuali in forma di colori invisibili; mentre Eduardo Saitta disegna un sorprendente “fallito di successo”, umorista inatteso, “stand up” nascosto dietro spesse lenti da miope.

La nostra versione – aggiunge Capodicicorrosiva, comica, persino surreale come certe farse “slapstick”, spinge il pedale farsesco, portando la risata oltre il limite del “politicamente corretto” e trasfigurandola, così, in un gesto sinceramente liberatorio. Si ride, ci si picchia, ci si commuove, ci si incazza, ci si abbandona e poi ci si ritrova: non è così che accade, in tutte le grandi storie d’Amore?”.

Per informazioni sullo spettacolo: Tel. 095 538188 – 333 7781632 – 345 3993368. Orario botteghino presso Teatro ABC: da martedì a sabato 16:00/20:00, giovedì anche 10:00/13:00. Biglietti online su www.botteghinoweb.com

a Cognita Design production
Torna in alto