Canottaggio, Mondiali under 23: l’Italia supera il turno in 7 specialità

A Plovdiv la Nazionale under 23, schiera nove barche piazzandone in finale tre, due in semifinale, due ai quarti di finale e due ai recuperi.

unnamed

Con tre vittorie le finaliste azzurre sono state il quattro con (Leonardo Pietra Caprina, Raffaele Giulivo, Niccolò Pagani, Andrea Maestrale e Enrico D’Aniello al timone), il due senza pesi leggeri maschile (Alfonso Scalzone e Giuseppe Di Mare) – entrambe le barche anche con il miglior tempo di batteria – e il quattro di coppia pesi leggeri femminile (Giovanna Schettino, Valentina Rodini, Paola Piazzolla, Asja Maregotto), protagoniste di una gara che le ha viste in testa dall’inizio sull’Olanda. In semifinale, invece, il quattro senza under 23 femminile (Ludovica Serafini, Giorgia Pelacchi, Aisha Rocek, Carmela Pappalardo), primo nella propria batteria davanti a Gran Bretagna e Nuova Zelanda, e il quattro di coppia pesi leggeri, di Marcello Caldonazzo, Leonardo Bava, Dimitri Morselli e Andrea Cattermol, secondi in batteria dietro alla Svizzera.

Quarti di finale per i due singolisti maschili under 23, di Salvatore Monfrecola che ha vinto la batteria agevolmente, e pesi leggeri, di Lorenzo Galano, che ha superato il turno con terzo posto dietro a Messico e Thailandia. Ai recuperi, infine, il due senza under 23, di Caterina Di Fonzo e Serena Lo Bue, quarte in batteria, e il quattro senza under 23 maschile, di Jacopo Frigerio, Mirko Cardella, Antonio Cascone, Dario Favilli, quarto nella sua batteria. Domani seconda giornata di qualificazioni, con l’Italia in gara in dieci specialità, e con l’inizio delle ultime batterie previsto per le ore 9 locali (le otto in Italia) fino alle 11.40, mentre a seguire, dalle 11.45 alle 12.55, si disputeranno i primi recuperi.

a Cognita Design production
Torna in alto