Basket, serie A maschile: Betaland k.o. a Milano

In C Silver, convincente vittoria dell'Alfa sul Licata

betaland milano alfa

La Betaland Capo D’Orlando, nella serie A maschile di basket, è sconfitta al Forum dall’Ea7 Emporio Armani Milano per 90-74 dopo che fino all’intervallo era riuscita a mantenere in un certo equilibrio il punteggio. Con Archie, che sta procedendo con il recupero dall’intervento di pulizia al ginocchio subito, e Nicevic indisponibili, Ivanovic all’esordio e per giunta reduce da qualche giorno di stop in settimana per un virus intestinale, il coach Gennaro Di Carlo schiera un quintetto inedito con Laquintana, Diener, Stojanovic, Tepic e Delas.

La prestazione dei ragazzi orlandini è comunque in generale da considerarsi buona, superba invece è quella di Drake Diener che chiude con 21 punti (7/11 dall’arco). 13 punti per Stojanovic, 10 con 6 rimbalzi per Iannuzzi, 10 con 6 assist per Ivanovic, 9 punti con 7 assist per Delas.

Il tecnico siciliano Di Carlo non ha dubbi: “Al di là del valore indiscutibile della squadra che abbiamo affrontato, credo che sul risultato finale abbia inciso più di ogni altra cosa il nostro approccio errato alla partita. Abbiamo provato a cercare degli equilibri non usuali per noi in avvio di gara a causa delle assenze. Tuttavia sono molto contento della prestazione e dell'atteggiamento della mia squadra, a parte qualche passaggio a vuoto che comunque potevo aspettarmi poiché stiamo inserendo un giocatore nuovo e ci siamo dovuti aggiustare via via perché non avevamo Archie in posto quattro. Procediamo in quello che è il nostro percorso, dobbiamo ultimare presto l'inserimento di Ivanovic. Ci prepariamo alla prossima sfida contro Venezia con l'obiettivo di mantenere inviolato il PalaFantozzi in modo da rimanere tra le prime otto”.

In C Silver maschile brilla la Polisportiva Alfa, che sul campo del Leonardo Da Vinci piega la Studentesca Licata per 79-62. Il coach rossazzurro Andrea Bianca non nasconde la sua soddisfazione: “Vittoria meritata. Partita ben controllata, ma soprattutto abbiamo avuto un approccio alla gara diverso con maggiore concentrazione. Era quello che volevo anche per permettere, come è successo nel terzo quarto di gioco, di far ruotare tutti i dodici componenti della squadra. Siamo partiti forte ed abbiamo subito messo in cassaforte il risultato”.

“Abbiamo incontrato un avversario ostico, che dal punto di vista della fisicità e dell’agonismo non ha nulla da invidiare a squadre più blasonate - aggiunge il tecnico dell’Alfa, Andrea Bianca -. Il Licata ha sofferto le poche rotazioni a disposizione e l’infortunio occorso a Stanic. Poi il talento di Gottini, Byrd e di tutta la squadra ci ha consentito di prevalere. Una parola di merito a Marco Pennisi, che sta dimostrando grandi miglioramenti. Ottimo, inoltre, l’inserimento di Enrico Verzì, che ha giocato tanto per la squadra recuperando palloni, difendendo e anche facendo qualche passaggio in più. Lo ritengo un inserimento molto positivo. Un plauso anche a Ciccio Gemmellaro, un ragazzo d’oro che si sta spendendo molto per la causa. Tutti i ragazzi, da Daniele Costanzo che ieri era assente, a Gianmarco Signorello, ci stanno dando una mano importante. Se otteniamo questi risultati il merito è anche loro”.