“Arte è Scienza”, conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale

Venerdì 17 e sabato 18 giugno, al Monastero dei Benedettini, ottava edizione della rassegna promossa dall’Associazione Italiana di Archeometria.

Le relazioni tra scienza, cultura e società nel campo della diagnostica, conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale. Un tema sempre più attuale che sarà al centro, venerdì 17 e sabato 18 giugno al Monastero dei Benedettini, dei lavori dell’ottava edizione della rassegna “Arte è Scienza” promossa dall’Associazione Italiana di Archeometria e dall’Università di Catania. L’iniziativa coinvolge ricercatori di università ed enti di ricerca che offrono ai partecipanti l’opportunità di conoscere l’approccio multidisciplinare tipico dell’archeometria in vari siti quali musei, siti archeologici ed edifici storici attraverso workshop e laboratori dimostrativi. I lavori saranno aperti venerdì 17 giugno, alle 9,30, dal rettore Francesco Priolo, dalla direttrice del Dipartimento di Scienze Umanistiche Marina Paino, dal direttore della Scuola di specializzazione in Beni archeologici Daniele Malfitana, dal coordinatore del dottorato in Scienze del Patrimonio culturale Pietro Militello e dal delegato alla Ricerca Salvo Baglio. A seguire il docente dell’Università della Calabria Mauro La Russa, in qualità di presidente dell’Associazione Italiana di Archeometria, presenterà la rassegna che prevede due sessioni. La prima è in programma venerdì 17 giugno alle 11, sarà presieduta da Giovanni Li Volti (delegato alla ricerca Unict Ambito bio-medico) e prevede gli interventi di Valentina Venuti (Università di Messina), Sabrina Grassini (Politecnico di Torino), Paola Fermo (Università di Milano), Carlo Trigona, Giuseppe Stella e Giuseppe Margani (Università di Catania). La seconda sessione, in programma sabato 18 giugno, alle 15, sarà presieduta da Luigi Ingaliso (delegato alla ricerca Unict Ambito Umanistico - Sociale) e vedrà gli interventi di Delia Chillura Martino (Università di Palermo), Alessandro Re (Università di Torino), Dario Allegra e Simona Todaro (Università di Catania), Salvatore Baglio (delegato alla ricerca Unict), Daniele Malfitana (presidente Scuola Superiore di Catania), Anna Gueli (referente per Beni Culturali Ecosistema Innovazione “Samothrace). Seguirà la visita guidata al Monastero dei Benedettini a cura di Officine Culturali. Sono previsti, inoltre, numerosi laboratori dimostrativi per l’iniziativa “Ai Benedettini insegnano la Scienza dell’Arte”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *