Antonella Clerici, la madrina dell’anniversario di Etnapolis

Torta da 30 metri e come madrina Antonella Clerici, ingredienti gustosi e scoppiettanti, per un festeggiare i 9 anni di Etnapolis.

GLOBUS MAGAZINE E GLOBUS RADIO STATION PRESENTE!

Domenica 23 novembre a Etnapolis una pletora di gente ha accolto la madrina della IX anniversario di Etnapolis, Antonella Clerici. Solare, simpatica, alla mano, disponibile nei confronti dei suoi ammiratori, insomma, è veramente come si vede in tv. A accoglierla il direttore di Etnapolis, Alfio Mosca insieme ai coniugi Abate e lo chef, Seby Sorbello, presidente dell'Associazione provinciale cuochi etnei. Giornata intensa per la madrina che ha mangiato al ristorante Le tre bocche di Catania per poi arrivare alla città del tempo ritrovato, rilasciare le interviste e immergersi nel mare di gente che l'aspettava trepidante. Prima tappa ha incontrato i suoi fan nella libreria presente nel centro commerciale per firmare il suo ultimo libro "La cucina di casa Clerici", gente proveniente da tutta la Sicilia per avere l'autografo dell'Antonellina nazionale.

Successivamente si è spostata nel palco centrale dove è stata accolta da Nino Graziano Luca, conduttore dell'evento e Seby Sorbello con i suoi collaboratori che hanno dato vita a uno show cooking tutto dedicato alle ricette della vigilia di Natale. La presentatrice Sabina Rossi ha anticipato lo show seguendo i preparativi degli chef... ma nel corridoio centrale vi era una torta da primato, pensate ben 30 metri di lunghezza, farcita con una soffice crema chantilly, ricoperta da una buonissima panna, realizzata nelle cucine di  Prestipino e decorata dallo staff del palermitano Giovanni Cappello della Federazione italiana pasticceria e cioccolateria. Momento clou del pomeriggio il taglio della torta... naturalmente fatto da Antonella Clerici!

Un tripudio di gusto e di piacere per la vista... e adesso non ci rimane che attendere gli altri appuntamenti di Etnapolis!

Il video di Globus...

La photo-gallery di GLOBUS MAGAZINE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *