Al Teatro Metropolitan il musical Siddaharta

Al  Teatro Metropolitan, a Catania, dal  5 al 7 dicembre ore 21.00

CATANIA - Il lungo viaggio di Siddharta verso la ricerca del senso della vita, passa attraverso l'abbandono del superfluo e di tutto ciò che suo padre, il Re, gli aveva donato…Egli nella sua vita avrebbe dovuto provare soltanto sentimenti di felicità, ma ciò nonostante, l'aridità del suo cuore si faceva sempre più grande, fino a spingerlo ad abbandonare le vesti di Principe per partire verso un viaggio ….lungo una vita… Il romanzo dello scrittore tedesco Hermann Hesse, edito nel 1922, è diventato un musical di successo: i testi e i personaggi scelti sono quelli reali che fanno parte della vita di Siddharta e che lo hanno aiutato a maturare le scelte più importanti della sua vita…Anche le musiche accompagnano le emozioni durante la gioia della nascita, la magnificenza della gloria, il dramma della morte, la difficoltà della ricerca interiore, e la totale felicità della ritrovata illuminazione.

Queste le caratteristiche di Siddharta il Musical che arriverà al teatro Metropolitan di  Catania dal 5 al 7 dicembre 2013, con 5 repliche dello spettacolo. La commedia musicale inizierà alle ore 21.00 nei giorni di giovedì 5, venerdì 6 e sabato 7 dicembre  2013 con repliche per le scuole nei giorni di giovedì 5 e venerdì 6 alle ore 10:00. 

Un grande cast di Cantanti e ballerini per dar vita alle quattro sofferenze, alle gioie dell'amore, alle emozioni intense della ricerca interiore: questo è Siddharta. Emozionanti musiche che ricordano i sapori dell'India antica, spaziando dalle più moderne sonorità, all'Opera moderna, accompagnate da spettacolari coreografie. Maxi proiezioni che avvolgono lo spettatore e lo trasportano idealmente nel fantastico mondo della vera ricerca del profondo e dell'illuminazione dell'anima. Ognuno di questi elementi contribuisce a restituire il pathos emotivo di un grande capolavoro.

Il messaggio spirituale. In quest'epoca di crisi e di grandi trasformazioni socio economiche e valoriali, ispirati dal racconto di Hesse e dalla figura leggendaria del Buddha Shakyamuni, lo spettacolo si pone l’obiettivo di far comprendere a tutti gli esseri umani il senso profondo del vivere, affinché insieme ci si possa occupare gli uni degli altri. L'arte di saper vivere vite lunghe e realizzate, sapendo trasformare in modo concreto la sofferenza in saggezza e felicità, diventa possibile a favore di tutti coloro che siano in grado di riconoscerne lo spirito originario del Principe Siddharta, sempre teso ad una continua evoluzione volta al raggiungimento dell'illuminazione interiore. Si può rendere migliore il mondo in cui si vive iniziando a rendere migliore il cuore con cui si vive. Le storie del Buddha e di Siddharta sono emblematiche degli sforzi dei giovani per migliorare se stessi, per sbocciare come puri fiori di loto attingendo al potere ed all'amore infinito che c'è nella vita dell'universo anche nella palude delle sofferenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *