ACIREALE-BIANCAVILLA 2-2: TRA ACIREALE E BIANCAVILLA UN PARI PIROTECNICO

La prima gara in casa, ma fuori dalle mura amiche dello stadio “Aci e Galatea” l’Acireale la gioca al Gaeta di Enna, in attesa dei lavori di omologazione che permetteranno di giocare già dalla prossima gara “casalinga” al campo sportivo comunale di Aci Sant’Antonio.

L’Ottimo terreno di gioco, reso bagnato però dalle condizioni climatiche che hanno colpito l’isola in questo ultimo periodo, è stato teatro di una bellissima gara pirotecnica tra Acireale e Biancavilla.

Entrambe le squadre hanno dato vita a una gara intensa ricca di colpi di scena che hanno evidenziato come l’Acireale sia in uno stato di forma invidiabile e meritevole della posizione in classifica, e il Biancavilla in gran rispolvero, non meritevole della classifica deficitaria, ma che sicuramente non farà fatica a risalire la china.

La partita si apre subito con l’episodio chiave che poteva condizionare la gara.

Al’8' minuto di gioco, Piccioni viene lanciato dalle retrovie, si invola verso la porta avversaria ma viene steso da Pertosa. L’arbitro non ha dubbi ed espelle il calciatore gialloblu.

L’Acireale, diventa cosi assoluto padrone del campo e crea occasioni, clamorosa quella di Cristiani al 36' che con un gran tiro dalla distanza colpisce la parte bassa della traversa con La Rosa battuto, la palla rimane in campo ma il colpo di testa ravvicinato di Ortolini finisce a lato.

I granata alla ricerca del vantaggio però concedono spazi e gli uomini di Cozza si fanno pericolosi con ficcanti contropiedi. In un di queste Ficarotta, fa ammattire la difesa locale e serve Di Stefano, che dal limite al 44' esalta le doti del portierino di casa D’Alerio che manda la palla in angolo con uno splendido colpo di reni.

Dalla bandierina però gli uomini di De Sanzo, si addormentano, e Ficarotta tutto solo in area servito dal corner di Panza deposita in rete e ringrazia.

Uno a zero Biancavilla e doccia fredda per i granata.

Si chiude cosi il primo tempo dopo un minuto di recupero concesso dal direttore di gara.

La ripresa si apre con il copione del primo tempo, ma l’Acireale strigliato a dovere dal tecnico De Sanzo parte rinvigorito e trova il pareggio al 56' con Tumminelli, che servito da un millimetrico cross di Russo, con un piattone all’interno dell’area piccola deposita alle spalle di La Rosa.

L’Acireale adesso ci crede e si fa sempre più intensa la pressione, forte anche del vantaggio numero.

Gli uomini di Cozza provano a difendersi ma nulla possono al 63' quando Todisco pennella uno splendido cross per Russo che tutto solo deposita in rete per il vantaggio dell’Acireale.

Il vantaggio non dura nemmeno un minuto, infatti il Biancavilla approfitta di un errore di impostazione dell’Acireale. Ruba palla Ficarotta e serve al centro dell’area di rigore Di Stefano che fa da sponda di testa per Manfre' indisturbato, che deposita la palla del pari in rete.

I granata, accusano il colpo ma provano comunque a riorganizzarsi per cercare di scardinare la difesa del Biancavilla. Clamorosa al 70' la traversa su piazzato di Piccioni che colpisce l’ennesimo legno, ma ancora più clamorosa quella al 74' sciupata incredibilmente dallo stesso attaccante, che tutto solo davanti a La Rosa, tira nelle braccia del portiere.

L’Acireale nonostante il forcing finale, e i sei minuti di recupero, non impensierisce più di tanto la difesa del Biancavilla che riesce a difendere il pari e a portare a casa un insperato ma non per questo non meritato punto, ottenuto dopo aver giocato quasi tutta la gara in dieci uomini.

IL TABELLINO

ACIREALE (3-4-1-2): D’Alterio; Cannino, Figliomeni, Cadili (75' Brumat); Tumminelli, Cristiani, Correnti, Todisco; Russo; Ortolini, Piccioni. A disp.: Mascolo, Governo, Esposito, Cottone, Giordano, De Pace, Mustacciolo, Cesarano, Garetto, Lo Monaco, Joao Pedro. All. De Sanzo.

BIANCAVILLA (4-2-3-1): La Rosa; Miceli, Moi, Pertosa, Maimone; Panza, Viglianisi; Ficarrotta (67' Bossa), Palmisano (94' Guerci), Di Stefano (75' Di Francesco); Manfrè. A disp.: Governali, Mollica, Asero, Staiano, Cruz,  All.  Cozza.

ARBITRO: Lingamoorthy di Genova (Citarda-Barbanera).

MARCATORI: 45' Panza, 56' Tumminelli, 63' Russo, 64' Manfre'

NOTE: Ammoniti: Cadili, Viglianisi, Tumminelli, Ficarotta, Panza, La Rosa, Palmisano, Correnti, Piccioni  Espulsi: 8' pt Pertosa

In sala stampa, si presenta il tecnico Cozza, che evidenzia come la squadra abbia giocato bene in inferiorità numerica anche grazie al recupero di tutti gli uomini che prima erano infortunati e alla ottima condizione ritrovata. Per lui un pari meritato. Dall’altra parte il collega tecnico De Sanzo bacchetta i suoi ragazzi per il primo tempo lento e presuntuoso, mentre li elogia per la ripresa, anche se il pari del Biancavilla era evitabilissimo, ma causato per una ingenua palla, persa dei suoi. Meritava di vincere l’Acireale, ma nonostante il pari, è contento per il risultato, perché determinate partite si possono anche perdere, ma sono utili per far abbassare la cresta, ed evidenziare che non si è fenomeni, ma se si gioca con il sangue agli occhi ,si è davvero forti.

   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *