A Catania ladro di profumi costosi tenta la fuga con il malloppo, ma viene bloccato dai Carabinieri

Con l’arrivo della “bella stagione”, i militari del Comando Provinciale Carabinieri di Catania sono impegnati per garantire un sereno e sicuro godimento delle “ferie estive” a catanesi e turisti che numerosi popolano la città. In questo ambito, l’attività del Nucleo Radiomobile del Reparto Operativo continua ad essere incrementata soprattutto nelle zone di maggior aggregazione, come la centralissima e trafficata via Etnea. Al riguardo, nel pomeriggio di domenica, l’equipaggio di una “gazzella” è intervenuto a seguito della richiesta telefonica al 112 NUE da parte del responsabile di un noto multistore su più piani, il quale lamentava un furto, in quel momento ancora in corso, da parte di un avventore.

Un uomo, poi identificato per un 40enne catanese, pregiudicato, era entrato nel negozio e aveva cominciato ad aggirarsi nel reparto profumeria, soffermandosi presso gli scaffali che esponevano le fragranze più costose. Dopo averne scelte due, aveva continuato il suo giro tenendole tra le mani, ma un’addetta alle vendite si era accorta che proprio su quell’espositore vi era una confezione vuota, quindi aveva subito avvisato il responsabile del reparto che, a sua volta, aveva chiesto agli addetti alla sicurezza di guardare le registrazioni dell’impianto di videosorveglianza. Quei filmati hanno, di fatto, inchiodato l’uomo, perché lo hanno ripreso mentre scartava una confezione di profumo per eliminare, così, l’antitaccheggio e poi proseguiva il suo giro nel reparto, molto probabilmente per disfarsi anche dell’altro imballaggio.

A quel punto i venditori hanno chiesto aiuto ai Carabinieri contattando il 112. I militari, che erano già in zona, sono così giunti sul posto in una manciata di minuti, proprio mentre il 40enne, a loro già noto per pregresse vicende giudiziarie e peraltro imparentato con esponenti di spicco della famiglia mafiosa di cosa nostra etnea “Santapaola Ercolano”, già sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria (il cosiddetto “obbligo di firma”), stava uscendo di corsa dal negozio, facendo scattare l’allarme antitaccheggio.

La sua fuga è durata solo pochi metri perché i Carabinieri lo hanno raggiunto e fermato, mettendolo in sicurezza. Perquisito, l’uomo aveva nascosto sotto la maglietta i due flaconi di profumo, uno ancora nel suo incarto originale, del valore commerciale di 340 euro. Recuperata la merce, che è stata restituita ai commercianti, i Carabinieri hanno arrestato il 40 enne per “furto aggravato”, mettendolo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria che ne ha convalidato l’arresto.

a Cognita Design production
Torna in alto