Per tre giorni Catania capitale delle radio universitarie: da giovedì a sabato va in scena il Fru

Per la seconda volta nella città etnea studenti-speaker da tutta Italia per confrontarsi su musica, informazione e sostenibilità. Inaugurazione giovedì 19 maggio alle 16,30 nell’aula magna del Palazzo centrale.

Catania si prepara ad accogliere le radio universitarie di tutta Italia. Da giovedì 19 a domenica 22 maggio prossimi, l’Ateneo catanese ospiterà, per la seconda volta, il Festival delle Radio universitarie italiane che fanno parte del circuito RadUni, l’associazione che riunisce gli operatori dei media radiofonici universitari italiani, con una kermesse di eventi che richiamerà centinaia di studenti da Trento a Messina, da Novara a Napoli, per un totale di 25 tra radio e redazioni.

Il Fru torna in presenza nella città etnea dopo lo stop causato dalla pandemia, aggiungendo una nuova tappa al percorso che negli anni si è snodato attraverso le tappe di Padova, Catania (con la fortunatissima edizione del 2008), Salerno, Perugia, Cosenza, Pisa, Prato, Novara, Milano, Napoli, Verona, Cagliari, Roma e Venezia (ma quest’ultima – denominata non a caso Frutopia - fu un’edizione interamente digitale).

Faranno ovviamente gli onori di casa gli studenti di Radio Zammù, l’emittente dell’Università di Catania, nata nel 2005 su iniziativa degli studenti e di alcuni docenti, che negli anni si è confermata come un laboratorio dove sperimentare nuovi modi di raccontare la realtà e in particolare il mondo dell’Università, della cultura e dell’informazione, ed è diventata un punto di riferimento non solo per l’ateneo ma per tutto il territorio.

Il Fru è realizzato da Unict, RadUni e Radio Zammù in collaborazione con l’Associazione italiana della Comunicazione pubblica e istituzionale, con Ersu di Catania, Scuola Superiore di Catania, Officine culturali, Cinap e Cut dell’Università di Catania, e ha ricevuto il patrocinio anche del Comune di Catania e dell’Ordine dei giornalisti.

L’edizione della ripartenza si declina in tre temi chiave: musica, informazione e sostenibilità. Questi temi saranno al centro degli eventi che si terranno nella sede del Cut, il Centro universitario teatrale di Palazzo Sangiuliano, in piazza Università, e nell’aula A1 del Monastero dei Benedettini dal pomeriggio del giovedì fino alla sera di sabato 22 maggio, con incontri, workshop e laboratori con personalità della Radio FM e del giornalismo e professionisti di settore, aggiornamenti e approfondimenti delle tecniche radiofoniche e della comunicazione sui nuovi media digitali.

Tornerà anche l’attesissimo contest per il miglior speaker radiofonico dell’anno e per il miglior format fra quelli trasmessi dalle radio universitarie, e non mancheranno momenti dedicati alla musica, all’intrattenimento e alla socializzazione. Tutti gli eventi verranno poi condivisi in diretta radio tramite le piattaforme delle emittenti affiliate al circuito RadUni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *