Da Zō, l’arte video di Francisco Tomàs Rabisco e la musica solidale de “La befana per Emergency”

Giovedì 6 gennaio Due gli eventi in calendario giovedì 6 gennaio da Zō centro culture contemporanee di Catania, il vernissage dell’evento artistico "L'effetto Isola" un'installazione/site-specific dell'artista visivo portoghese Francisco Tomás Rabisco, e i live di The Tonewheelers, Albafar e Klostes Intrecci di suoni mediterranei per “La befana per Emergency”

Due gli eventi in calendario giovedì 6 gennaio da Zō centro culture contemporanee di Catania. Si comincia alle 17.30 con il vernissage dell’evento artistico "L'effetto Isola" un'installazione/site-specific realizzata dall'artista visivo portoghese Francisco Tomás Rabisco, in esposizione da 6 al 9 gennaio da Zō (ingresso libero). Il lavoro è esito dell'influenza che la Sicilia ha avuto sull'artista lusitano, grande appassionato di leggende isolane, durante il suo soggiorno a Catania, nello staff di Zō, nell'ambito del servizio volontario europeo.

Alle 21 ritorna l’evento “La befana per Emergency” in una veste rinnovata. Tre i concerti in calendario: The Tonewheelers – ovvero l’organista Mo Groovester, il chitarrista Roberto Catalano e il batterista Seba Squillaci - trio di musicisti catanesi con una vasta conoscenza della discografia jazz, che regaleranno forti emozioni con un repertorio che spazia tra soul jazz, funk, rhythm&Blues, blues, swing e jazz contemporaneo; gli Albafar – ovvero Salvo Barbagallo (sax so-prano, ney e oud), Pier Paolo Alberghini contrabbasso e Fulvio Farkas tabla e percussioni -, trio etneo portavoce dell’elogio dell'incoerenza musicale, con il loro etno-jazz, musica senza confini, migrante e sorprendente; i Klostès Intrecci di suoni mediterranei – ovvero Luisa Biondo arpa e voce, Eleonora Bonincontro all’oud, Anna Maria Castrogiovanni alla chitarra e Novella Novelli alla voce -, quartetto femminile capace di “intrecciare” melodie che spaziano dalla musica antica alla odierna, “tessendo” trame della tradizione etno-popolare mediterranea e creando alchimie originali attraverso strumenti dalle sonorità antiche, condividendo così un patrimonio spesso dimenticato. Il ricavato del biglietto di ingresso di € 10 verrà devoluto ad Emergency, per sostenere i progetti umanitari e contribuire a migliorare la vita di tante vittime della guerra e della povertà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *