A Palermo, presentato il progetto Arte come Rinascita “Sole non Soli”

Giorno 11 novembre a Palermo ARNAS Civico a Piazza Nicola Leotta 4, è stato presentato il progetto Arte come Rinascita ‘Sole non Soli’ di Marco Nereo Rotelli, con frammenti poetici di Mario Luzi, a cura di Elena Lombardi.

Titolo: Arte come Rinascita ‘Sole, non soli’ Ridefinizione artistica del Padiglione della Tomoterapia dell’ARNAS Civico e miglioramento del servizio di accoglienza. Promossa da Fondazione Terzo Pilastro - Internazionale Organizzata da Mediterraneum.

Nel Reparto di Tomoterapia di Palermo, verrà presentato il progetto Arte come Rinascita ‘Sole non Soli’. Chi saranno le autorità presenti?

“Saranno presenti il Direttore Generale dell’ARNAS Dott. Roberto Colletti, del Direttore Amministrativo Dott. Francesco Paolo Tronca, della Dottoressa Giovanna Evangelista del Reparto di Tomoterapia”.

Dott. Roberto Colletti, direttore Generale ARNA,S ci parli di questo progetto.

“Si tratta della seconda tappa di un percorso già iniziato nel 2018 con una iniziativa artistica realizzata all’interno del P.O. “G. Di Cristina” – Ospedale dei Bambini – La Rinascita dei Paladini, dovuto all’unione tra la Fondazione Terzo Pilastro - Internazionale e ARNAS Civico. Qui la forza della bellezza e della luce costituiscono un miglioramento dei servizi dedicati a chi soffre, con il supporto concreto di figure professionali dedicate all’accoglienza dei pazienti del Padiglione della Tomoterapia. Un luogo simbolico che affida alla scienza il ruolo di propagatore di Rinascita e nel contempo riafferma i valori della vita, ripensato e riallestito con il contributo dei linguaggi dell’arte, della poesia e della contemporaneità dall’artista di valenza internazionale Marco Nereo Rotelli che ha portato i suoi messaggi di bellezza e di poesia in molteplici angoli del mondo. (Dott. Roberto Colletti Direttore Generale ARNAS)”.

La curatrice Elena Lombardi, ci descrive l’opera di Marco Nerea Rotelli?

“L’artista Marco Nereo Rotelli da sempre ha trasmesso con le sue opere un sentimento fortemente poetico, ora lo fa attraverso le immagini del sole, che hanno come tema quello vasto della rinascita, puntualizzando l’attenzione sugli elementi fondanti della bellezza con una forza espressiva che utilizza l’immagine come fondamento della sua arte nel rispetto del contesto in cui le opere si inseriscono”.

L’installazione Sole non soli va oltre l’estetica, l’opera è più di un esercizio artistico: vuole tramutare la lontananza in vicinanza. Infatti, il sole, da sempre simbolo di vita, vitalità e rinascita, vince la solitudine, mostro che può più facilmente insidiare chi è afflitto da una grave malattia, chi si sente solo. E il sentirsi soli può essere una pesante condanna, perché ciò che è creduto nella mente, esiste e crea paura. Ma un raggio di sole può spazzarla via, come scrive il Dott. F.P. Tronca, Direttore Amministrativo ARNAS. Sul paramento murario verrà installata una struttura metallica e sovrapposta una parete modulare in alluminio su cui l’artista ha concepito un cosmo di raggi sui quali, con la sua cifra stilistica, ha riportato un verso di Mario Luzi, concesso dal Centro Studi Mario Luzi La Barca di Pienza.