BELLININFEST , “Mira, o Norma” alla Villa Bellini

Nonostante il pericolo incombente della pioggia, ieri sera posti interamente occupati alla Villa Bellini di Catania per un altro apprezzato appuntamento del fitto calendario del BellininFest, per il concerto “Mira, o Norma”.

Nel concerto è stata presentata un’esaustiva, ricca, avvincente antologia del capolavoro belliniano e  per scoprire apprezzare il talento di Marina Rebeka, che dal suo debutto al Festival di Salisburgo nel 2009, diretta da Riccardo Muti, è ospite dei più importanti teatri d’opera e sale del concerto del mondo, in un repertorio che spazia dal periodo barocco all’Ottocento italiano, francese e russo. Autorevole interprete verdiana, prossima al debutto scenico scaligero in Thaïs di Massenet, sta conquistando i palcoscenici internazionali con il ruolo della sacerdotessa druidica, di cui scandaglierà passioni private e pubbliche virtù.

Impeccabili Stefan Pop, interprete ormai paradigmatico del ruolo di Pollione, al quale ha dato voce e anima in Italia come in Spagna e in Giappone, e. Anna Goryachova, che è approdata al ruolo di Adalgisa dopo aver vestito i panni delle principali eroine di Händel, Mozart, Rossini. Sul podio Alvise Casellati, considerato uno dei talenti emergenti degli ultimi anni.

Lunghi applausi del pubblico, splendida esecuzione di coro e orchestra del Teatro massimo Bellini di Catania  e per la Rebeka il premio alla carriera dello stesso  Teatro Massimo Bellini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *