“Ficuzza storia natura” e “Diario del parco dei Nebrodi”: dove volano le aquile!

Proseguendo un percorso naturalistico che ha riscosso un lusinghiero apprezzamento di pubblico e di addetti ai lavori si possono rileggere, sempre attuali, due edizioni di libri molto apprezzati dagli amanti della NATURA E PARCHI A TEMA CHE IN SICILIA SONO MOLTO CONOSCIUTI E AMATI.

Lo scopo dei due volumi è quello di fare conoscere in modo più scientifico e approfondito due grandi tesori che custodisce la Sicilia; traguardo proseguito dal lavoro sinergico di dodici studiosi di cui sei docenti universitari con il coordinamento del professore di botanica Francesco Maria Raimondo. Le numerose colorate foto sono state realizzate da Franco Barbagallo che con maestria   ha saputo cogliere attimi unici che la Natura ci regala così generosamente.

FICUZZA descrive la ricchezza di un’esemplare fauna; chi avrà la fortuna di potere ammirare cotanta bellezza potrà vedere anche i daini ed i cinghiali (da lontano perché animali ritenuti pericolosi e territoriali). In modo particolare quest’ultimo è stato reintrodotto di recente poiché scomparso circa 150 anni fa.

E vogliamo parlare delle meravigliose piante che crescono in   numero sconfinato tra le quali molte endemiche GIOIA PER GLI APPASSIONATI DI ERBORISTERIA E DI FOTOGRAFIA: esse danno al bosco uno spettacolo unico. In questi libri, sopra citati,  per la prima volta viene fornito un’ elenco completo delle specie animali e vegetali. Il RE del paesaggio è la ROCCA BUSAMBRA; imponente massiccio dove è possibile osservare il volteggiare dell’aquila reale. UN VERO E PROPRIO VENTAGLIO NATURALE che protegge il piccolo borgo sottostante dove la vita è scandita da ritmi lenti e dove il covid è lontanissimo…

Nel borgo   il gioiello in mostra è il PALAZZO REALE fatto edificare 200 anni fa da FERDINANDO IV   DI BORBONE. Il palazzo nobiliare è possibile visitarlo con prenotazione.

LA RISERVA NATURALE DI FICUZZA SI ESTENDE PER BEN 7 MILA ETTARI ed è da anni ormai un bene che appartiene a noi tutti: SALVAGUARDARLA è UN DOVERE!

ll libro dal titolo: “Diario del parco dei Nebrodi” è un saggio destinato alla lettura de piu’ giovani. Le illustrazioni sono state curate da Santo Pappalardo che è un grafico specializzato  nella realizzazione di progetti di editoria naturalistica. I testi sono stati scritti da Lina Stramondo, Maria D’Amico, Gilda Messina che sono esperte di temi dell’educazione ambientale.

I libri sono stati scritti con un linguaggio semplice e hanno lo scopo di fare amare e rispettare questi luoghi che sono uno dei polmoni verdi della nostra bella isola.

Conoscere le piante e gli animali possono fomentare nelle giovani menti anche possibilità di diventare da grandi cultori, studiosi, professori. All’interno del diario lo studente potrà trovare consigli utili su come affrontare le escursioni, sulle attrezzature più adatte da portare, come fotografare piante ed animali che vivono nel PARCO, nonché facili lezioni di interventi di pronto soccorso. Giochi di interesse naturalistico e curiosità vivacizzano  il diario. Fa da mascotte  FULVIO IL GRIFONE un vero leader e buffo personaggio amato da grandi e piccini: esso rappresenta il vero grifone che è un’avvoltoio spazzino che purtroppo è scomparso 40 anni fa… ma non demoralizziamoci poiché sta per essere reintrodotto in natura arricchendo ulteriormente questi magnifici luoghi! VIVA IL PARCO DEI NEBRODI!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *