La Polisportiva Valverde maschile sbanca Torino. In A1 donne pari a reti bianche in casa della Pol.Ferrini

Non è bastato l’assalto finale, con una serie di corti consecutivi a favore, alle ragazze della Polisportiva Valverde per portare a casa la sesta vittoria di fila in campionato.

Le etnee hanno pareggiato per 0-0 al “Maxia” di Cagliari nel match contro la Polisportiva Ferrini, valido per la 6° giornata della Serie A1 femminile.

Gara complicata, quella in terra sarda, per le siciliane, che nel finale hanno reclamato per un intervento falloso in area ai danni di Dalila Mirabella, stesa da un intervento del portiere cagliaritano.

Trinidad Canon analizza così il match: “E’ stata una bella partita, aperta, giocata bene da entrambe le squadre, alla pari. Stessi tiri in porta per noi e per loro. Abbiamo rischiata di vincerla nel finale con la serie di corti a nostro favore che non siamo riusciti a capitalizzare per un po’ di mancanza di concentrazione. C’era anche un rigore netto su Dalila Mirabella, ma l’arbitro non ha visto. Vorremmo sempre vincere, oggi ci accontentiamo di questo pari esterno. Abbiamo pagato l’assenza di Valentina Bonfiglio e la scarsa forma di Paloma Cuadrelli, che non era al top per un infortunio ma ha stretto i denti. Avremmo voluto vincere, ma sappiamo che è un campionato duro. Adesso ci prepariamo per lunedì, per provare a fare la “partita perfetta”.

Coglie, invece, una vittoria preziosa e meritata la formazione maschile che, nella 4° giornata del Girone B di Serie A2,  che si impone a domicilio per 1-2 sull’HCU Rassemblement Torino.

Al “Tazzoli” la gara comincia in salita, per i siciliani, che vanno presto in svantaggio. Lo smarrimento per la rete subita, però, dura poco. I valverdesi si ricompattano e cominciano a proporre il loro gioco, creando diverse occasioni per il pari. La tenacia degli uomini di Angelo Giulio viene premiata a inizio secondo tempo, quando è Oreste Brunetto a trovare il colpo dell’1-1. Il gol galvanizza gli ospiti e spegne i piemontesi, che abbassano il loro baricentro, lasciando campo agli avversari. Valverde ci crede e continua a produrre occasioni con Vernaschi che mette i brividi alla difesa di casa cogliendo un palo. A ribaltare il risultato ci pensa il solito Gino Romani che porta a spasso quattro avversari prima di colpire con un diagonale di rovescio. Nel finale gli etnei potrebbero ulteriormente allargare il gap, ma non concretizzano in tre occasioni diverse. Torino torna a farsi pericoloso su corto, ma la difesa ospite regge bene. Finisce con un successo di misura che porta la compagine valverdese a due punti dalla vetta con una gara da recuperare.

Soddisfatto, a fine gara, Angelo Giulio: “Avevamo iniziato male, a causa di una nostra indecisione difensiva, ma pian piano abbiamo ritrovato gli equilibri. Dopo il pareggio di Brunetto ci abbiamo creduto, loro, forse, hanno avuto un po’ paura. Non era facile oggi, anche perché il campo non è in grandi condizioni, lo abbiamo visto sui corti con qualche imprevisto negli stop. La vittoria è meritata e fa crescere la nostra autostima. I ragazzi sono contenti e io lo sono per loro”.

Immagini collegate:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *