DMG NUOTO CATANIA – MURI ANTICHI 15-11

Derby rossazzurro e ottima prova della Nuoto Catania che inizia al meglio la stagione 2020/2021.

Esordio stagionale con vittoria per la DMG Nuoto Catania che ieri pomeriggio alla Scuderi ha battuto i Muri Antichi 15-11. Derby sentito per entrambe le formazioni, che si sono sfidate in assenza di pubblico ma con un notevolissimo seguito sui social.

I primi ad imporsi sono i padroni di casa con la rete di Giorgio La Rosa (1-0), a raddoppiare ci pensa Samuele Catania (2-0), poco dopo va a segno il nuovo innesto Raffaele Rotondo (3-0).

A 1.40 dalla fine del primo tempo i Muri Antichi accorciano le distanze con prima con Tringali (3-1) e poi con Muscuso (3-2).

A un solo secondo dalla fine giocata spettacolare del vice capitano rossazzurro Giorgio Torrisi che va a segno da metà campo in rovesciata siglando la rete del 4-2.

La seconda frazione di gioco si apre con un rigore in favore della Nuoto Catania procurato da Privitera su fallo di Camilleri, tiro sicuro di Privitera che determina il 5-2.

Poco dopo proprio Camilleri segna la rete del 5-3. I Muri Antichi trovano di nuovo spazio e si portano sul 5-4 grazie a un gol di Tringali.

A quattro minuti dalla fine del secondo tempo Giorgio La Rosa va a segno (6-4), con fermezza Privitera porta la Nuoto Catania sul +3 realizzando la rete del 7-4.

Poi è un botta e risposta tra le due formazioni: prima i Muri Antichi trovano la rete con Nicolosi (7-5), risponde Torrisi (8-5), Tringali accorcia di nuovo le distanze (8-6), a 30 secondi dalla fine Eugenio Russo sigla la rete del 9-6, chiude la seconda frazione di gioco la rete di Basile (9-7).

Negli ultimi due tempi emergono i valori tecnici e l’ottima forma fisica della Dmg Nuoto Catania: le veloci giocate dei rossazzurri e le reti messe a segno da capitan Nenad Kacar, Samuele Catania, Tommaso Scollo  e Giorgio Torrisi (su rigore) portano la squadra di dato sul 13-7 non lasciando spazio agli avversari fino a quando Camilleri va a segno (13.8) a quattro minuti dal termine del terzo tempo. Eugenio Russo trova la rete del 14-8, mentre i Muri Antichi riescono a trovare il gol a 40 secondi dalla fine sempre con Camilleri (14-9).

L’ultima frazione di gioco si apre con la rete di Schilirò (14-10). Poco dopo Alessio Privitera realizza la rete del 15-10.

A 1.36 dalla fine, esordio tra le fila rossazzurre per il portiere Tommaso Baggi Necchi che prende il posto di Enrico Caruso. Il match termina con la rete dei Muri Antichi con Zovko.15-11 il risultato finale.

Risultato che sta un po’stretto agli etnei che come sottolineato anche dal tecnico Peppe Dato hanno concesso troppo in difesa.

Peppe Dato: “Se ambiamo a traguardi importanti dobbiamo concedere molto meno in difesa, undici gol sono un po’ troppi per fare un campionato di vertice ma oggi non potevo chiedere di più ai ragazzi. Ci tengo a sottolineare che dal punto di vista dell’intensità la squadra ha fatto tutto quello che gli avevo chiesto, chiaramente ho visto degli errori da entrambe le parti ma quelli sono fisiologici”.

Si tornerà in vasca tra quindici giorni, a Messina contro il Cus Unime: “Queste due settimane ci daranno il tempo di preparare il match in maniera più dettagliata e approfondita”.

Il presidente Mario Torrisi commenta così la vittoria del derby: “Quest’importante vittoria coincide con l’inizio di un campionato strano e particolare fino alla fine. La Nuoto Catania ha giocato bene alternando giocate eccellenti a qualche momento di confusione in alcune fasi ma devo dire che sono contento del risultato anche perché i Muri Antichi quest’anno sono una squadra molto solida. Noi ci siamo e sono convinto che potremo arrivare fino in fondo in buone condizioni”.

Infine parola a uno dei protagonisti di giornata, il vice capitano rossazzurro Giorgio Torrisi, autore di tre reti: “Mi mancava giocare, sono felicissimo d’aver ricominciato perchè la pallanuoto è parte integrante della mia vita. Oggi abbiamo concesso troppo in difesa, il risultato ci sta indubbiamente un po’ stretto ma quello che conta è aver conquistato i tre punti”.

DMG CATANIA-COPRAL MURI ANTICHI 15-11 (4-2, 5-5, 5-2, 1-2)

DMG Catania: E. Caruso, M. Ferlito, R. Rotondo 1, G. La Rosa 2, T. Scollo 1, G. Terminella, G. Torrisi 3, A. Scebba, N. Kacar 1, A. Privitera 3, E. Russo 2, S. Catania 2, T. Baggi-necchi. All. Dato

Copral Muri Antichi: P. Ruggieri, A. Schiliro’ 1, V. Nicolosi 1, D. Zovko 1, G. Polifemo, M. Marangolo, S. Camilleri 3, A. Tringali 3, I. Castagna, V. Belfiore, L. Muscuso 1, F. Basile 1, P. Lazzara. All. Scorza

Arbitri: Schiavo e Magnesia

 

Note: uscito per limite di falli Russo (C) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Catania 2/7 + 2 rigori e Muri Antichi 2/12 + 1 rigore.

Immagini collegate:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *