Canottaggio, mondiali: bene l’italia nella quinta giornata di gare

Ai Mondiali iridati di canottaggio l’Italia piazza in finale altre 5 barche

Nella quinta giornata di gare dei Mondiali Assoluti di Sarasota, l’Italremo piazza in finale altre cinque barche (due senza e quattro senza Senior maschile, doppio e quattro di coppia Pesi Leggeri maschile, singolo PR1 femminile), raggiungendo quota 11 equipaggi nelle gare valevoli per le medaglie. Marco Di Costanzo, Giovanni Abagnale, Matteo Castaldo e Domenico Montrone, opposti tra gli altri alla Gran Bretagna con a bordo l’oro olimpico della specialità a Rio Mohamed Sbihi, primeggiano nell'estenuante braccio di ferro con gli inglesi piazzando l’attacco decisivo nel terzo quarto di gara e andando a vincere la semifinale su Gran Bretagna e Olanda. Secondo tempo assoluto per la barca azzurra, battuto solo dall’Australia prima nell'altra semifinale. Vince la semifinale anche il due senza Senior di Matteo Lodo e Giuseppe Vicino. La Nuova Zelanda ha messo in archivio gli imbattibili Bond e Murray ma non perde di competitività, insidiando fino ai 1500 metri la leadership azzurra. In chiusura tuttavia i campioni europei della specialità sprintano per andare a prendersi il successo sui Kiwi, mentre il terzo posto ¨¨ della Serbia bronzo europeo. Anche per i due medagliati olimpici di Rio il secondo miglior tempo, superati dalla Croazia vincitrice della seconda semifinale. Primo in batteria anche il doppio Pesi Leggeri maschile di Stefano Oppo e Pietro Ruta, che trovano nella Cina l’avversario più tosto, comunque battuto in progressione sul traguardo. Secondo tempo assoluto per l’armo azzurro bronzo europeo in carica, cronometricamente dietro alla Francia campionessa olimpica prima nell'altra semifinale. Va in finale, tra le specialità non olimpiche, il quattro di coppia Pesi Leggeri maschile di Matteo Mulas, Catello Amarante, Martino Goretti e Andrea Micheletti, secondo in semifinale dopo un bel testa a testa con la Francia, argento iridato nel 2016. Dai recuperi acciuffa la finale nel singolo PR1 femminile Anila Hoxha, specialità paralimpica, che conquista la prima piazza davanti a Sudafrica, Cina, Ungheria e Messico. Termina in semifinale la competizione iridata di Allegra Francalacci e Valentina Rodini nel doppio Pesi Leggeri femminile e di Clara Guerra nel singolo Pesi Leggeri femminile, con entrambi gli equipaggi che chiudono al quinto posto le rispettive regate. Fuori dalla finale anche il quattro di coppia Senior maschile di Romano Battisti, Andrea Panizza, Giacomo Gentili ed Emanuele Fiume, che termina la semifinale in sesta posizione. Domani sesto giorno di gare, dedicato alla disputa delle ultime semifinali e delle prime finali, con l’Italia a caccia delle medaglie in quattro specialità: due con, due senza e quattro di coppia Pesi Leggeri maschile, quattro di coppia pelle femminile. Gare in diretta su RAI Sport dalle 17.30 alle 19.25. I RISULTATI DELLE BARCHE ITALIANE IN FINALE QUATTRO DI COPPIA PESI LEGGERI MASCHILE – PRIMA SEMIFINALE: 1. Francia (Francois Teroin, Damien Piqueras, Maxime Demontfaucon, Stany Delayre) 5.56.55, 2. Italia (Matteo Mulas-CL Terni, Catello Amarante-Marina Militare, Martino Goretti, Andrea Micheletti-Fiamme Oro) 5.57.65, 3. Svizzera (Matthias Fernandez, Andri Struzina, Fiorin Rueedi, Pascal Ryser) 5.59.27.SECONDA SEMIFINALE: 1. Gran Bretagna (Edward Fisher, Zak Lee-Green, Peter Chambers. Gavin Horsburgh) 5.57.19, 2. Grecia (Ninos Nikolaidis, Panagiotis Magdanis, Spyridon Giannaros, Eleftherios Konsolas) 5.59.18, 3. Giappone (Hideki Omoto, Mitsuo Nishimura, Yasushi Fukui, Kazuki Nara) 5.59.36. QUATTRO SENZA SENIOR MASCHILE – PRIMA SEMIFINALE: 1. Italia (Marco Di Costanzo-Fiamme Oro, Giovanni Abagnale-Marina Militare, Matteo Castaldo-Fiamme Oro/RYC Savoia, Domenico Montrone-Fiamme Gialle) 5.56.35, 2. Gran Bretagna (Matthew Rossiter, Mohamed Sbihi, Matthew Tarrant, Oliver Wynne-Griffiths) 5.57.19, 3. Olanda (Harold Langen, Jasper Tissen, Vincent Van der Want, Govert Viergever) 5.57.33. SECONDA SEMIFINALE: 1. Australia (Joshua Hicks, Spencer Turrin, Jack Hargreaves, Alexander Hill) 5.55.40, 2. Danimarca (Togeer Rasmussen, Steffen Jensen, Tobias Kempf, Joachim Sutton) 5.57.51, 3. Germania (Wolf-Niclas Schroeder, Laurits Follert, Christopher Reinhardt, Paul Gebauer) 5.58.16. DUE SENZA SENIOR MASCHILE – PRIMA SEMIFINALE: 1. Italia (Matteo Lodo, Giuseppe Vicino-Fiamme Gialle) 6.26.36, 2. Nuova Zelanda (Thomas Murray, James Hunter) 6.27.81, 3. Serbia (Milos Vasic, Nenad Bedik) 6.36.21. SECONDA SEMIFINALE:  1. Croazia (Martin Sinkovic, Valent Sinkovic) 6.25.96, 2. Gran Bretagna (Tom Jeffery, Thomas George) 6.28.63, 3. Francia (Valentin Onfroy, Theophile Onfroy) 6.29.34, 4. Romania (Vlad-Dragos Aicoboae, Cosmin Pascari) 6.30.83, 5. Spagna (Alexander Sigurbjonsson, Pau Vela Maggi) 6.40.42, 6. Turchia (Besim Sahinoglu, Onat Kazakli) 7.18.22. DOPPIO PESI LEGGERI MASCHILE – PRIMA SEMIFINALE: 1. Francia (Pierre Houin, Jeremie Azou) 6.18.10, 2. Polonia (Jerzy Kowalski, Milosz Jankowski) 6.20.85, 3. Germania (Lucas Schaefer, Jason Osborne) 6.22.31. SECONDA SEMIFINALE 1. Italia (Stefano Oppo-Carabinieri, Pietro Willy Ruta-Fiamme Oro) 6.20.59, 2. Cina (Man Sun) 6.21.27, 3. Belgio (Tim Brys, Niels Van Zandweghe) 6.22.76. SINGOLO PR1 FEMMINILE – RECUPERO: 1. Italia (Anila Hoxha-CUS Torino) 12.22.18, 2. Sudafrica 12.29.59, 3. Cina 13.07.09, 4. Ungheria 14.02.58, 5. Messico 14.11.04.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *