XXIII edizione del Premio Posidone a Fiumefreddo di Sicilia

Domenica 2 agosto si è svolta la manifestazione presentata da Nino Graziano Luca. Temi di quest’anno immigrazione e informazione.

La XXIII edizione del Premio Posizione ha visto al centro dei riflettori la premiazione di prestigiose personalità che si sono distinte nel campo sociale, giornalistico e militare. Direttore artistico della serata è stato Nino Graziano Luca che ha condotto l’evento, organizzato da ventitré anni per onorare la memoria del padre, Michele Luca. Il Premio Posidone si fonda sui principi fondamentali di rispetto e tutela dell’ambiente e impegno sociale.

I premiati della serata sono stati: il contrammiraglio Nicola De Felice della Marina militare italiana; il colonnello Vincenzo Sicuso comandante del 41° Stormo di  Sigonella; la Congregazione Salesiana, rappresentata dal Vicario del Rettor Maggiore, Don Francesco Cereda; l’avvocato Corrado Labisi, presidente dell’Istituto “Lucia Mangano”; Barbara Capponi, giornalista e conduttrice del Tg1 Rai; Antonio Preziosi, giornalista e direttore di Rai Radio 1.

La serata ha avuto inizio con un emozionante video sull’operato della Marina Militare nell’ambito della missione “Mare Nostrum” che cominciò nell’ottobre 2013 dopo la morte di 336 migranti a soli due miglia dalla costa italiana. La Marina Militare si attivò immediatamente mettendo a disposizione 5 navi, aerei, elicotteri e 1000 uomini al giorno per salvare circa 170.000 persone e permettendo tra l’altro l’arresto di più di 400 scafisti. Per la Marina Militare italiana ha ritirato il Premio Posidone il Contrammiraglio Nicola De Felice, comandante di Marisicilia.

Un altro video che ha suscitato non poche emozioni è stato quello riguardante il secondo premiato della serata, quello dell’Aeronautica Militare Italiana nella persona del colonello Vincenzo Sicuso. L’Aeronautica ha collaborato con la Marina Militare sempre nell’ambito della missione Mare Nostrum nella quale ha avuto un ruolo fondamentale nel pattugliamento e nell’avvistamento sui i mari consentendo così alla Marina Militare di trarre in salvo molte vite umane.

Un esempio delle vite salvate dai militari della marina e dell’aeronautica è stato il coro e i ballerini del Cara’s Free Spirit. Capitanati dalla vocal coach Marie Konaté e sotto la direzione artistica di Pippo Tasca e Valentina Nicita i ragazzi del coro si sono esibiti cantando l’inno nazionale del Sud Africa, “Nkosi Sikelei Africa” e in una straordinaria interpretazione di “We are the world”. Il corpo di ballo, diretto da Marta Casaccio si è esibito su un mix di brani hip-hop con la coreografia originale “Mash-up”. Alla fine delle loro esibizioni hanno ricevuto un premio speciale ad honorem consegnatogli dal colonello medico Enzo Stroscio, del quale i ragazzi sono stati entusiasti.

Dal tema militare si passa poi a quello ecclesiastico e il terzo premiato della serata è stato Don Francesco Cereda, Vicario del Rettor Maggiore della Congregazione Salesiana introdotto da un video sulla vita di Don Bosco, colui che alla fine dell’800 cominciò la sua missione di salvataggio e di integrazione di bambini e ragazzi disagiati donando la speranza di un futuro migliore, fatto di amore e solidarietà.

Quarto premiato della serata, per l’impegno sociale, è stato l’avvocato Corrado Labisi, presidente dell’Istituto-medico-psico-pedagogico “Lucia Mangano”, prestigiosa struttura che si distingue nel campo della riabilitazione e del recupero funzionale dei diversamente abili.

La serata è continuata con le personalità che si sono distinte nel campo dell’informazione tra cui troviamo Antonio Preziosi, direttore di Rai Radio 1. Il noto giornalista vanta numerose attività: editorialista del Tg2 e direttore di diverse testate Rai come il Giornale Radio Rai e Rai GR Parlamento. Nel corso degli anni il direttore di Rai Radio 1 ha seguito a livello giornalistico i vari governi politici che si sono succeduti nel nostro paese. Antonio Preziosi, durante la manifestazione, ha ricevuto il premio per il giornalismo.

Per concludere, ultima premiata dell’evento è stata Barbara Capponi, nota conduttrice del Tg1 Rai che ha raccontato le soddisfazioni e le difficoltà iniziali del suo percorso lavorativo, esprimendo la soddisfazione per il premio ricevuto. La Capponi ha dichiarato di essersi occupata prevalentemente di economia durante la sua attività lavorativa, ma di sentirsi particolarmente vicina all’attuale tema dell’immigrazione.

La manifestazione è stata arricchita da diversi momenti di musica, danza e moda che hanno visto esibirsi la giovane cantante Micaela proveniente da Sanremo Giovani che ha deliziato il pubblico con le sue canzoni “Fuoco e Cenere” e “Splendida Stupida”, e con un’armoniosa versione di “Meraviglioso” di Domenico Modugno. Il gruppo Harmonia Suave della Compagnia di Danza Storica di Catania, che ha come direttore artistico proprio il frontman della serata Nino Graziano Luca, si è esibita anche in una versione della danza de “Il Gattopardo” per celebrare la sicilianità dell’opera di Luchino Visconti. Infine non potevano le esilaranti sfilate di moda che hanno visto al centro dei riflettori le collezioni di Tatiana Lisi e Marzia Giselle Sapienza dell’Accedemia Euromediterranea Harim e le creazioni di abiti da sposa del marchio Luccia

ECCO IL VIDEO DELLE INTERVISTE a cura di Sara Russo, Barbara Corbellini ed Enzo Stroscio:

 TUTTE LE FOTO DELL’EVENTO a cura di Gabriele Cubeda:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *