WonderTime e il Teatro Massimo Bellini di Catania portano in piazza Palestro la “grande musica classica”

Giorno 11 settembre alle 21, imperdibile appuntamento, con la presenza di circa 80 elementi dell’orchestra del Bellini

FOTO BELLINI

La grande musica sarà una delle protagoniste di WonderTime Catania, la rassegna internazionale di arte diffusa, ideata dall’artista e imprenditrice catanese Rossella Pezzino de Geronimo, che si terrà dal 7 settembre al 7 ottobre.

Riscoprire la bellezza dei luoghi più nascosti della città, sarà la mission della II edizione della rassegna, che anche quest’anno vanta la preziosa collaborazione del maestro Giovanni Cultrera  di “Montesano”, che si occuperà della direzione artistica degli spettacoli musicali.

Punta di diamante della rassegna, sarà lo spettacolo di giorno 11 settembre, alle 21, a Piazza Palestro, che vedrà l’autorevole presenza dell’orchestra del Teatro Massimo Bellini di Catania con circa 80 elementi, che eseguiranno il concerto sulle note di “Rachmaninov & Gershwin”.

Direttore d’orchestra il maestro Epifano Comis, pianista apprezzato in tutto il mondo per la sua attività artistica, insignito nel 2015 a Mosca, del prestigioso Sergej Rachmaninov International Award, docente di pianoforte all’Istituto Musicale “V.Bellini” di Catania e alla Rachmaninov Academy, di cui è anche l’ideatore.

Ad impreziosire il concerto la pianista russa Violetta Egorova, sensibile e raffinata interprete della grande scuola pianistica del celebre Naumov e docente della Rachmaninov Academy a Catania.

Giovanni Cultrera

Un appuntamento di grande valore culturale, realizzato in collaborazione con il Teatro Massimo Bellini di Catania, che trasformerà piazza Palestro in un teatro a cielo aperto.

A chiudere la rassegna dei concerti, sarà il “Quartetto Goffriller” ed Epifanio Comis al pianoforte, in scena domenica 30 settembre, alle19:00, all’Arciconfraternita dei Bianchi, nella Chiesa di San Martino, in via Vittorio Emanuele II, 181.

I musicisti dell’ensemble, per il pubblico di  WonderTime, eseguiranno un repertorio classico di eccellenza dal titolo “Mozart e Schumann, le melodie degli elementi”.

L’Ensemble, composta da Vito Imperato e Giovanni Anastasio al violino, Alberto Salomon alla viola e Benedetto Munzone al violoncello, combinerà l’arte di cantare, propria degli archi, con il suono del pianoforte, mirando a quel connubio perfetto che rivela le caratteristiche peculiari delle formazioni cameristiche del genere.

A questo si aggiungerà un “Reading” sui quattro elementi, aria, acqua, terra e fuoco, tema della rassegna, interpretato da Francesca Ferro, Rosanna Bonafede e Francesco Maria Attardi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *