WALL OF DOLLS 2015, il muro delle bambole contro la Violenza sulle Donne

IL GIORNO IN CUI PARTE LA SETTIMANA DELLA MODA UOMO RICORDIAMO LA LOTTA CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE AL MURO DELLE BAMBOLE DI VIA DE AMICIS 2, A MILANO. DURANTE L’EVENTO LA PRESENTAZIONE DI UNA RICERCA SU QUANTO È (S)CONOSCIUTA, IN ITALIA, LA LEGGE CONTRO IL FEMMINICIDIO. 

MILANO, 18 giugno – Per il secondo anno consecutivo Milano si mobiliterà contro il femminicidio, dandosi appuntamento sabato 20 giugno a partire dalle ore 16 al “Wall of Dolls“, il muro delle bambole allestito in via De Amicis, 2. Qui, in una installazione permanente unica al mondo, decine e decine di bambole (oggetti con i quali in molte si sono confrontate da bambine e che conservano sentimenti, ricordi ed emozioni) simboleggiano un resistere tutto al femminile, la forza creativa di donne che oggi si sono impegnate a difendere il loro essere e la propria incolumità da mostri senza cuore.

Promotrici di Wall of Dolls 2015 sono Rosaria Iardino, Consigliera comunale e Consigliera delegata alle Pari opportunità, Politiche di genere, Sostegno alle categorie più deboli e Disabilità, di Città metropolitana di Milano, e l’artista Jo Squillo, vera ideatrice dell’iniziativa. Saraà presente anche Cristina Tajani, assessora del Comune di Milano alle politiche per il lavoro, sviluppo economico, università e ricerca.

Tra le novità dell’edizione 2015 la divulgazione, durante l’evento, dei risultati di un’importante ricerca sulla normativa contro i femminicidi in Italia. Nel nostro Paese, infatti, dall’ottobre del 2013 esiste una legge, la numero 119, che intende porre un argine alla violenza sulle donne, prendendo spunto dalla cosiddetta Convenzione di Istanbul dell’11 maggio 2011, ratificata anche dall’Italia. La ricerca, condotta da “DDIRITTO.it“, programma di prevenzione sulla violenza di genere guidato dall’avvocato Francesca Passerini che offre assistenza legale con uno sportello sempre aperto presso lo studio in viale Abruzzi a Milano, riporta i risultati di un sondaggio fatto su un campione di 500 italiani ove si è preso in esame che livello di conoscenza esista della normativa contro il femminicidio. Ora, pur senza anticipare troppo i risultati che saranno comunicati sabato 20 giugno, occorre dire che i numeri rivelano dati alquanto sconfortanti.

Anche per questo motivo – commenta la consigliera Rosaria Iardinola violenza sulle donne continua ad essere una piaga che purtroppo non pare tramontare nel nostro Paese. Per cui assume un alto valore simbolico il fatto che nel giorno in cui le passerelle milanesi si riempiranno di presenze maschili, venga ricordata la doverosa battaglia contro i femminicidi“.

L’installazione permanente del Wall rispecchia l’incomprensibile brutalità della realtà – ricorda l’artista Jo Squillo – rubate, martoriate e persino incendiate, tante sono le bambole che hanno subito violenze e questo ci fa riflettere su quanto lavoro ci sia ancora da svolgere per cambiare la cultura dell’inciviltà maschile. Ma il nostro muro R/ESISTE grazie alle tante associazioni, alle artiste e ai designer ,che hanno contribuito a rinnovarlo per il suo secondo anno di vita, segno che la forza di volontà e la tenacia femminile sono più forti di qualsiasi mano vigliacca in azione“.

Diversi infatti sono i Laboratori per la creazione delle bambole: dal primo curato da Patrizia Fratus presso la casa circondariale di Milano con donne detenute a quello tenuto dalle artiste Elisa Savi Ovadia, Stella Filippone, Anna Santiniello, in Veloveritas presso l’Associazione “L’alveare“.

Parteciperà anche Dario Ballantini di Striscia la Notizia che esporrà una sua creazione dedicata a Wall of DollsCreazioni uniche che si vanno ad aggiungere alle opere esclusive dei designer più prestigiosi che hanno accettato l’impegno a sostenere questa causa. L’iniziativa si fregia dei patrocini del Comune di Milano e della Cittàmetropolitana milanese.

 Sabato, 20 giugno 2014 – ore 16 – Via De Amicis 2 – Milano

 “Wall of Dolls”

Alberta Ferretti – Laura Biagiotti

Eva Cavalli – Missoni

Salvatore Ferragamo – Max Mara

Kristina Ti – Luisa Beccaria

Genny – Geox

Fausto Puglisi – Antonio Marras

Elena Mirò – Frankie Morello

Ermanno Scervino – Etro

Costume National – Byblos Milano

Trussardi – Clips

Stella McCartney – OVS

Coemar – Manuel Facchini

Elisabetta Franchi – Francesco Scognamiglio

Paola Montaguti per Miss Grant

Nenella Impiglia per Vic Matiè

Pierre Mantoux

Izumi Ogino per Anteprima

Sfizio – Beatrice B.

Le Silla – Happiness

Liborio Capizzi – Tatù

Cristina Scocchia – L’Oréal Italia

Gisella Borioli e Luna Lucchini – Super Studio

Annamaria Bernardini De Pace

Raffaela D’Angelo – Martino Midali

Vladimiro Gioia – Mauro Gasperi

Keep Out – Mantù

BearBag – MiMiSol

Dimensione Danza – Caterina Lucchi

Extro – Petite Robe di Chiara Boni

Bollicine di Stile – The Studio Pilates

Michela De Petris – Fiorella Cappelli

Why Not Group – Stefania Santini 

Marianna Giulianelli – i Baccelli

Eloisa Reverie Vezzosi – Elisa Savi Ovada

Stella Filippone – Anna Santinello

Inveloveritas – Patrizia Fratus

Mimma Biagi – Antonietta Laterza

Cristina Tajani Assessore alla Moda – Comune di Milano

Rosaria Iardino – Valentina Pitzalis

Lucia Annibali – Barbara Benedettelli

Maria Grazia Cucinotta – Giusy Ferreri

Valeria Marini – Arisa

Malika Ayane – Elenoire Casalegno

Tessa Gelisio – Giusy Versace

Chiara Ferragni – Max Laudadio

Sara Piolanti – Ginger band

La Redazione di Class TvModa – SKY 180

La Redazione di ModaMania

 

Donne in Rete – We Word 

La 27 Ora – Banche del Tempo

AIAF Lombardia Milena Pini- Associazione Italiana degli Avvocati per la Famiglia e per i Minori

Associazione EVA – Piccolo Principe

Ajka – Essenza – Donne in Quota

Alveare – Fare x Bene

Kore – A Casa di Maru

D come Design

SVSL – Senza Veli Sulla Lingua

100×100 Donna – D Diritto

La Dieta di Eva – Viva Vittoria

Niente Paura – Saporbio

Sirena Projet – Small families

Inner Wheel – Articolo 51 Laboratorio di Democrazia Paritaria

Rete Antiviolenza Ticino Olona

Associazione Italiana Vittime della Violenza

Donneuropee Federcasalinghe Lombardia

Valeria – Associazione di Promozione Sociale

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *