VOLLEY: Elios Messaggerie Catania 3-2 contro Tinet Pordenone

Elios Messaggerie Catania – Serie A2 Credem Banca 18/19. Prima vittoria del girone di ritorno: 3-2 in trasferta contro Tinet Gori Wines Prata di Pordenone. 10_ctta

Una partita a due velocità, con e senza Juan Ignacio Finoli, il capitano che, sul finale del secondo set nel recupero di una palla si infortuna lievemente. Una partita in cui però è arrivata un’altra certezza: Elios Messaggerie Catania sa riorganizzarsi e vincere nonostante tutto. La prima giornata del girone di ritorno del Campionato di Serie A2 Credem Banca 18/19 finisce con un’altra vittoria, quella contro Tinet Gori Wines Prata di Pordenone: un 3-2 importantissimo e un altro pompaggio di punti, per l’esattezza un + 2, che fa salire a 28 lo score rossazzurro.

Due velocità dicevamo, quella dei primi due set giocati con la decisione e l’incisività conosciute, quella del terzo e quarto set in assoluto sottotono, per poi recuperare con grinta al tie break e portare a casa un’altra vittoria.

Venendo a mancare Finoli, scivolato in fase di recupero di un punto, ci siamo disuniti, abbiamo mollato, ma siamo stati bravi a ritrovare le forze nel quinto set”, è il commento lucido di mister Mauro Puleo che, spiega, come la scelta di tenere in panchina Finoli, vittima di un lieve stiramento, sia stata precauzionale in attesa di poterlo sottoporre ad un controllo medico e per non rischiarlo in vista della partita di Coppa Italia contro Mondovì.

Puleo aggiunge: “Senza Juan in campo perdiamo il 50% del nostro potenziale costruttivo. Sergio Petrone lo ha sostituito facendo il massimo, è difficile giocare nel ruolo di un palleggiatore come il nostro argentino”. Adesso i rossazzurri avranno tre giorni di riposo per recuperare le energie fisiche, ma soprattutto quelle mentali, in vista dei prossimi impegni. Primo allenamento dell’anno, il 2 gennaio 2019 al PalaCatania9_ctta

La partita

Ad inaugurare i giochi del primo set è un ace di Finoli (0-1).  La frazione di gioco è comunque molto equilibrata, si arriva fino ai vantaggi. Francesco Pricoco è presente in difesa, ed è il suo recupero a permette al compagno Cesare Gradi di concretizzare, con un mani out, il 20-20. Federico Reina prende la palla del 24-25 ed è Francesco Corrado, con un ace, che chiude a vantaggio dei propri compagni (25-27).

La seconda frazione di gioco inizia sulla scia di quanto appena concluso e i rossazzurri vanno subito in vantaggio, vantaggio che è evidente quando Dusan Bonacic mette a segno un ace secco e tagliente (1-4). Poi però arriva una serie di errori e Prata si rifà sotto (6-7). Sul 18-21, però quello che non ci si aspetta, il capitano finisce sui tabelloni pubblicitari e per uno stiramento torna in panchina e viene subito sostituito dal secondo palleggiatore Sergio Petrone. Pordenone si avvicina e si fa sotto approfittando di un attimo di incertezza, ma Corrado chiarisce che la tensione non è calata e che si gioca per vincere e prende un mani out micidiale (22-24), preludio della chiusura del set.

49436068_1713538708751427_3037109853337157632_oIl terzo set parte con il piede sbagliato per gli etnei, che nonostante i denti stretti nella fase centrale, quando riescono a recuperare quattro punti grazie all’incisività di Filippo Porcello, non reggono comunque all’aggressività ritrovata dei padroni di casa. Bonacic ci prova ad un riavvicinamento (21-17). Petrone mette un buon pallone nelle mani di Gradi (23-18), ma è qui che si ferma il tabellone rossazzurro.

Quarto set fotocopia del precedente. Nonostante i buoni tentativi rossazzurri di rimanere attaccati al collo del Pordenone, i padroni di casa riescono ad andare avanti, l’ultimo punto è un mani out conquistato da Gradi (23-20), i friulani approfittano nettamente dell’assenza di Finoli.

La differenza, per grinta e decisività esce tutta al tie break. Elios Messaggerie Catania ha fame di punti e non vuole interrompere la serie di successi. E’ Bonacic il vero mattatore del set che prende quattro punti, uno dietro l’altro portando i suoi al vantaggio di 9-12, rendendo il traguardo sempre più vicino. Prata non riesce nel riaggancio. Un ace di Petrone porta a + 4 il vantaggio rossazzurro, chiude Gradi e l’abbraccio è liberatorio.

Tinet Gori Wines Prata di Pordenone – Elios Messaggerie Catania 2-3 (25-27, 22-25, 25-18, 25-20, 10-15) 
Tinet Gori Wines Prata di Pordenone: Calderan 6, Radin 7, Marini 10, Della Corte 8, Deltchev 14, Bortolozzo 8, Marinelli (L), Saraceni 0, Corazza 0, Lelli (L), Bonante 0, Tassan 1, Link 18. N.E. Cecutti. All. Sturam.
Elios Messaggerie Catania: Finoli 3, Bonacic 25, Porcello 9, Gradi 19, Corrado 13, Reina 6, De Costa (L), Chillemi 2, Pricoco (L), Petrone 4. N.E. All. Puleo.
ARBITRI: Traversa, Sessolo.
NOTE – durata set: 30′, 34′, 24′, 24′, 18′; tot: 130′.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *