Vittorio Sgarbi cittadino onorario di Castel Sant’Elia (Viterbo)

Un folto pubblico ha assistito alla cerimonia che si è svolta nell’aula consiliare del Comune castellese  mercoledì 11 settembre a mezzogiorno

10 Vittorio Sgarbi riceve la cittadinanza onoraria di Castel Sant'Elia

Il primo cittadino di Castel Sant’Elia, architetto Vincenzo Girolami, ha conferito la cittadinanza onoraria al celebre critico d’arte, professor Vittorio Sgarbi.

La presenza dell’onorevole Sgarbi nel viterbese (attualmente sindaco dell’antichissima città di Sutri) è indiscutibilmente un prezioso valore aggiunto per l’intera provincia. Momenti di emozione e di ilarità, accompagnati da numerosi applausi, si sono susseguiti durante la manifestazione. Il sindaco Girolami per il conferimento della cittadinanza onoraria all’on. Sgarbi ha così espresso la motivazione: “riconoscendo l'interesse e l'impegno mostrati per la promozione e valorizzazione del patrimonio storico, artistico, paesaggistico, religioso, culturale del Comune di Castel sant'Elia”. Il professore Sgarbi, quindi, quale testimone della cittadina, dato che lo storico dell’arte ,come ha detto il sindaco, “ha dimostrato attenzione e particolare interesse a partire dal 1996” per il paese. La presenza di Sgarbi,“storico instancabile”, “contribuirà a “valorizzare il patrimonio di cultura e tradizione di Castel sant’Elia”, una deliziosa realtà di circa tremila abitanti affacciata sulla verdeggiante valle Suppentonia.

7 rid Rinfresco all'aperto dopo la cerimonia

Un investimento sulla cultura da parte dell’Amministrazione che “significa investire in se stessi; coglierne gli effetti”, che possa portare ad un ritorno di immagine, ad una crescita sociale, turistica ed economica. Sarà questa una data da ricordare ancor più perché la lieta manifestazione ha avuto luogo in un giorno importante per la comunità castellese (una coincidenza del tutto casuale come ha rimarcato il sindaco Girolami) ovvero la festa per Maria Santissima ad rupes, alla quale è dedicato il Santuario.

Fra le autorità presenti alla cerimonia: il vicesindaco di Sutri Felice Casini, il vice sindaco di Castel Sant’Elia Ezio Darida, il consigliere delegato alla cultura e istruzione Cecilia Maria Paolucci, il consigliere delegato all’ambiente Simone Cesetti, il consigliere delegato al turismo Francesco Rosavini, il consigliere delegato all’industria Claudio Darida, il consigliere delegato ai servizi sociali Cristina Campioni, il presidente del Consiglio dei giovani Beatrice Valentini, il maresciallo dei Carabinieri di Castel Sant’Elia Davide Querci, il presidente della sezione locale Avis Gaspare Piacenti. Molto gradita la presenza del Maestro Luigi Lopez, noto compositore ed autore di indimenticabili successi come  “La nevicata del’56”.

1 Vittorio Sgarbi il sindaco di Castel Sant'Elia Vincenzo Girolami e il vicesindaco di Sutri Felice Casini

La festa è proseguita con un rinfresco all’aperto curato da Zia Cathy’s Country house. Nel frattempo questa liaison culturale dovrebbe dare presto i suoi primi frutti. Infatti sarà possibile acquistare un biglietto unico per  poter visitare sia il museo di Sutri a Palazzo Doebbing (con apertura  al pubblico dal 15 settembre con mostre di straordinario interesse), sia la maestosa Basilica e il Museo della Spiritualità in piazza Sant’Anna a Castel Sant’Elia che conserva importanti paramenti liturgici, manufatti tessili e in cuoio di periodo medioevale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *