A Viagrande, tre giorni di risate tra Terra di Bò e Villa comunale “Antonino Aniante”

 

Domani, venerdì 3 agosto, a Villa di Bella (Viagrande) prende il via l’undicesima edizione di State aKorti, Festival Internazionale del cortometraggio comico-umoristico. Questa edizione, che andrà avanti fino a domenica 5 agosto, con una serata alla Villa Comunale di Viagrande, vede Donatella Finocchiaro come madrina d’eccezione e Daniele Ciprì in giuria

locandina e madrina

Si parte domani, venerdì (3 agosto) alle 21 nella Terra di Bò (Villa Di Bella, Via Garibaldi 298 – Viagrande)  con le proiezioni del cortometraggio di Giovanni Totaro Buon Inverno (da cui è nato il lungometraggio Happy Winter, quest’anno selezionato al Festival di Venezia) e del primo film postumo di Salvo Spoto: Cimena.

 Sabato (4 agosto) a partire dalle 21, sempre nella Terra di Bò, con la serata centrale del Festival e la proiezione dei 14 corti finalisti in concorso per i due i premi: Miglior Cortometraggio (500 euro) e Miglior colonna sonora originale (250 euro) che saranno assegnati, una folta giuria, di esperti di cinema e cinematografia, giornalisti e critici di settore, registi e (semplici) appassionati della Settima Arte.

The Robbery (El Atraco) di Alfonso Diaz (Spagna, 2018); Mando di Adrián Morale Diez (Spagna, 2018); Le rane di Giulia Ticci (Italia, 2016); Turno de Noche di Victor Basallote (Spagna, 2017); Mara, Maravillas di José Antonio Prats López Álvaro Robes García (Spagna 2017); M.A.M.O.N. Monitor Against Mexican Over Nationwide di Alejandro Damiani (Messico, 2016); Diesel di Julio García (Spagna, 2017); Le Saut de l’Ange di 11 Teenagers collective (Belgio, 2016); Dénominateur Commun di Quentin Lecocq (Francia, 2016); Artem Silendi di Frank Ychou (Francia, 2018); Do ut des di Valentina Toma (Italia, 2016); Numéro Spécial di Laurent Ardoint & Stephane Duprat (Francia, 2017); Maintenant On Peut Mourir Tranquille di Arnaud Guez (Belgio, 2018); Ethymos Future di Gianni Zauli (Italia, 2018); The importance of di Giovanna Senatore (Italia, 2017);

Svelato il testimonial: l’attrice e regista catanese Donatella Finocchiaro che – come già molti altri artisti siciliani – riceverà la solenne investitura del Festival: l’identificazione con una pianta all’interno dell’orto Bòtanico. L’attrice ha scelto il gelsomino con la seguente motivazione «Vorrei essere un gelsomino!!! Perché il suo profumo è inebriante come il canto delle sirene ed è l’essenza vera e profonda della mia terra al di là di tutte le brutture che ha subito e subisce  ancora!». L’organizzazione ha deciso di fare uno strappo alla regola e di accettare che la motivazione dell’assegnazione arrivi direttamente dal premiato, cosa mai accaduta prima. E, a proposito di Orto Bòtanico, il nuovo presidente di giuria Daniele Ciprì – ex testimonial della manifestazione e nuova dimostrazione che chi entra alla Terra di Bò la ama e vuole tornare – intende verificare lo stato di salute della pianta a lui assegnata (un mandorlo amaro) nel 2017.

 

La tre giorni di Bò Laugh, il grande contenitore che nel segno dell’ironia e dell’umorismo celebra risata in tutte le sue forme (dal cortometraggio umoristico al cabaret, dalla musica alla letteratura), si concluderà con la proclamazione dei corti vincitori dal parco della Villa comunale “Antonino Aniante” di Viagrande, domenica 5 agosto, a partire dalle 21. In programma Stefano Chiodaroli con i suoi personaggi che abbiamo amato in Zelig e in anteprima la presentazione del Film “Te lo dico pianissimo” firmato Pasquale Marrazzo di cui il comico è protagonista; la comicità del cabaret dei TrequArtisti (Eugenio Bartone, Gianfranco Barbagallo, Antonello Di Costa) e di Davide di Rosolini (ideatore e direttore artistico del Sincero Festival già gemellato con State aKorti) e Totò Calì già apprezzatissimi ospiti della manifestazione… A ulteriore dimostrazione del fatto che chi entra nella Terra di Bò diventa stanziale.

 

E la novità di quest’anno è che, per la prima volta nella storia del Festival State aKorti, l’appuntamento con la comicità e la risata del team di Dibo Eventi e di MizzicaFilm non sarà puntato per il primo weekend di agosto 2019, ma per l’autunno (ormai imminente) con la cosiddetta TRANSUMANZA al centro storico di Catania, in collaborazione con diverse associazioni culturali che operano sul territorio tra cui Acquedotte_Arte, Architettura e Aree Urbane per uno spin-off inatteso, una quarta giornata del festival che garantisce come sempre grasse risate.

Tutto questo, grazie alla presenza di ben 4 direttori aristici: Carlo Lo Giudice, Nicola Palmeri, Simone Spitalieri e Claudia Fichera.

A presentare la manifestazione, sarà come di consueto la giornalista Carla Condorelli, ormai storica presentatrice del Festival State aKorti e, sotto l’Alias di Erremoscissima, front woman degli Stipsy King.

Il concorso è patrocinato da Mibact (Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo) Direzione Generale Cinema, Agenzia per la Coesione Territoriale del Ministero dello Sviluppo Economico, Regione Sicilia-Assessorato al Turismo, Sport e spettacolo – Ufficio speciale per il Cinema e l’Audiovisivo, Sicilia Film Commission, Sensi Contemporanei, FCS – Coordinamento dei Festival del cinema in Sicilia, Codacons, Città Metropolitana di Catania, Comune e Pro Loco di Viagrande, Legambiente. Main Sponsor: Acque Mangano.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *