Via alle sfide decisive del Tricolore Karting

Assegnati i primi punti del tricolore 2020. Intense le prefinali disputate ieri 9 agosto con colpi di scena continui.

2020 Lombardo

Nella classe regina la kz 2, è stato il siciliano di Brolo, Angelo Lombardo kartista di grande esperienza che si è messo in luce nella giornata di ieri ed è partito con la “pole” ottenuta dalla somma del punteggio delle manche odierne. Bene anche il campione in carica Simone Cunati che è stato al suo fianco sullo start pronto alla zampata in finale. A fasi alterne l’altro candidato al successo il napoletano Giuseppe Palomba, a segno in prima manche ma fuori nella seconda. Bello lo “score” del siracusano Lorenzo Scatà.

Sabato 8 agosto Lombardo - ha così dichiarato – “sono soddisfatto della mia prestazione ma la gara è domani!”

Grande bagarre con continui sorpassi in entrambi le manches nella 60 Mini Internazionale dove si sono mesi ancora in luce i due polacchi Jan Przyrowski  e Maciej Gladysz entrambi su Parolin e il giapponese Kean Nakamura-Berta del Team Driver Racing oltre che l’inglese Kai Sorensen.

Nella 60 Minikart la pole è andata al pilota veneto Filippo Sala del Team Driver Racing kart, autore di un’ottima performance. Al suo fianco il ragusano della Vrt Bruno Blanco in testa nella seconda manche fino all’ultimo giro.

Doppio successo di manche per il laziale Cristian Comanducci del team Pkr in X-30 Senior. Un vero peccato per il siracusano Michael Paparo che dopo aver occupato la piazza d’onore nella prima prefinale è stato fermato da un guasto nella seconda.

Tre piloti Tony Kart sono partiti davanti in X-30 Junior Rocco Mazzola del Team Pkr, Flavio Oliveri del Team Newman Motorsport e Manuel Scognamillo del Team Gamoto.

Nell’intensa giornata l’organizzatore Gaspare Anastasi ha commentato – siamo molto soddisfatti di queste prime due giornate. Tutto si è svolto con molta disciplina, in pista come nel paddock siamo sereni per una chiusura altrettanto tranquilla, ma sfavillante sul piano dello spettacolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *