Vela d’epoca a Trieste: ARIA, ottant’anni vissuti sulla cresta dell’onda

La storica imbarcazione da regata ARIA dell’armatrice Serena Galvani, presidente dell’Associazione ARIE (Associazione per il Recupero delle Imbarcazioni d’epoca), ha festeggiato oggi il suo 80° anniversario presso lo Yacht Club Adriaco di Trieste.

 Varata nel 1935 a Genova Voltri dal Cantiere Ugo Costaguta, ARIA vanta un ricco palmarès di vittorie in regate nazionali e internazionali e può essere considerata a pieno titolo uno dei migliori esempi di 8 metri Stazza Internazionale al mondo.

 Trieste, 29 marzo 2015. ARIA, l’8m SI da regata (progetto Costaguta, 1935) di proprietà dell’armatrice Serena Galvani, ha festeggiato allo Yacht Club Adriaco di Trieste il suo ottantesimo anniversario in compagnia dei suoi Campioni.

Una signora del mare ancora in perfetta forma
La storica imbarcazione, varata nel 1935 a Genova Voltri, è indiscutibilmente uno fra i migliori esempi di 8m SI esistenti al mondo. Rinata nel 1998 dopo un attento e laborioso restauro, cui ne sono seguiti nel tempo altri due, ARIA, grazie alle sue linee perfette e alla maestria degli equipaggi che l’hanno condotta, ha confermato una giovinezza e una vitalità sorprendenti, conquistando un invidiabile palmarès.
Sulla sua coperta si sono avvicendati talentuosi velisti come Cino Ricci, Mauro Pelaschier, Roberto Ferrarese, Dani De Grassi, Alberto Leghissa, Alessandro Alberti e tante sono state le vittorie di questa regina del mare, tra le quali ricordiamo il Campionato Europeo 1999, la piazza d’onore al Mondiale 8m SI del 2000, l’America’s Cup Jubilee 2001, tre vittorie consecutive a Grandi Vele Gaeta 2008-2010 e ben sette primi posti over all in Francia a Noirmoutier-en-l’Île negli anni 2002-2004 e 2010-2013.
Nella vita di ARIA, dal 2005 al 2007, all’agonismo si sono aggiunti progetti di Velaterapia e Velaintegrazione sociale e il 14 maggio 2011, in occasione della ‘Staffetta Nautica dell’Unità d’Italia’ organizzata da Assonautica Nazionale, Serena Galvani ha ricevuto dal Prefetto di Trieste la bandiera italiana che ha portato con ARIA, via mare, a Lignano Sabbiadoro, dando così il via alla Staffetta del versante Adriatico.
Tanti amici per un compleanno col vento in poppa
Al compleanno di ARIA, che l’armatrice ha avuto il piacere di inserire anche come evento di Fratellanza durante lo Zafarrancho Nazionale organizzato dai Fratelli della Costa Italia, Tavola di Trieste, alla quale Serena Galvani appartiene, sono intervenute numerose personalità fra le quali l’Assessore alla Cultura di Trieste Paolo Tassinari, il Presidente della Camera di Commercio di Trieste Antonio Paoletti e il Capitano di Vascello Ugo Foghini della C.P. di Trieste.
Dopo il benvenuto del Presidente dello YCA Francesco Rossetti Cosulich e una breve presentazione di ARIA da parte del giornalista Niki Orciuolo, Serena Galvani, orgogliosa nuova socia dell’Adriaco, ha offerto alle autoritá e agli “Uomini di Mare” un originale ricordo per ripensare agli straordinari momenti di passione e di vita condivisi: pezzi unici numerati, ricamati e incorniciati di una vittoriosa vela di ARIA.
Un riconoscimento speciale è stato conferito allo Yacht Club Adriaco, uno dei piú prestigiosi Circoli Velici d’Italia, e a Giunio Santi, armatore di ARIA dal 1963 al 1966.
Tra i velisti che hanno brindato davanti alla grande torta all’Ottantesimo di ARIA c’erano anche Ciro Di Piazza, Federico Boldrin, Lorenzo Pujatti, e i triestini Bruno Catalan, Matteo Di Pasquale e Roberto Fattori, mentre la Società Triestina della Vela è stata rappresentata dal Presidente Fabio Zlatich e da Giorgio Brezich, già Presidente del Comitato FIV di Zona, Friuli Venezia Giulia.
L’ex-vice Presidente FIV Gianni Paulucci, Commodoro e Luogotenente dei Fratelli della Costa della Tavola di Bisanzio, e il Presidente di AIVE Matteo Rossi hanno espresso a Serena Galvani un sentito apprezzamento per il suo impegno rivolto da molti anni alla salvaguardia delle imbarcazioni di valore storico. Il solenne brindisi per gli ‘Ottanta’ di ARIA è stato poi coronato dal tradizionale saluto marinaresco dell’ “alza remi” per il quale si deve ringraziare Dario Crozzoli, Consigliere della FIC (Federazione Italiana Canottaggio). Per Dario Crozzoli ha presenziato l’Ammiraglio Bruno Spanghero, Presidente Società Triestina Adria Canottaggio.
Nel corso della cerimonia è stato inoltre premiato il giornalista RAI Giulio Guazzini, grande amico di ARIA, con cui l’8m SI ha condiviso regate, presentazioni e progetti di Vela Solidale. Assegnato un premio anche al Cantiere dell’Alto Adriatico di Monfalcone per l’eccellenza del suo lavoro nei restauri di ARIA e offerto un sentito ringraziamento ad Arezia Sigovich e alla velista Chiara Calligaris dell’Adriaco, per il loro impegno nell’organizzazione dell’evento.

Nuova vita e nuove vittorie per ARIA
La giornata ha visto ARIA protagonista di una celebrazione dedicata alla passione mai sopita per le vele d’epoca che tuttora testimoniano le capacità e l’ingegno dei progettisti e dei maestri d’ascia italiani. ARIA, dopo un lungo soggiorno in Francia, torna quindi nella sua amata Trieste per “vivere” come socia presso lo Yacht Club Adriaco e, ben lungi dal pensionamento, continuare a volare sulle onde con la passione di sempre e l’augurio di cento nuove vittorie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *