“URSINO BUSKERS”: partita la raccolta fondi online per finanziare la Quinta Edizione del Festival Internazionale di Arti di Strada di Catania

PER FARE UN GRANDE FESTIVAL, CI VUOLE UN CAPPELLO GRANDE! E il grande cappello è pronto davvero, insieme alla quinta edizione di Ursino Buskers, lo troverete dal 20 al 23 settembre in Piazza Federico di Svevia, ma si può sostenere UBF2018 anche attraverso il crowdfunding su Produzioni dal Basso: http://sostieni.link/19495


GRAZIE CROUDFUNDING UBF2018

Basta una donazione minima di 3 euro per regalarsi e regalare alla propria città, per il quinto anno consecutivo, quattro giorni di festa, vita, luci, colori, meraviglia, distribuiti su 15mila metri quadrati del Centro Storico di Catania. È anche questa la Magia del Cambiamento che accompagna l’ultima edizione del Festival Sociale, ideato e promosso dall’Associazione Culturale Gammazita, e tutti possiamo esserne artefici: “Ursino Buskers è gratuito, lo sarà per sempre e tutte le precedenti edizioni sono state possibili soltanto perché c’eravate anche voi!”

Provengono da luoghi lontani, sono portatori di arti e culture diverse, vivono oltre l’orizzonte dell’immaginazione, girano il mondo seguendo rotte marittime, coordinate interstellari, cammini di terra e strade urbane: si chiamano buskers e sono gli artisti di UBF2018 che tra meno di una settimana approderanno nel cuore medioevale di Catania. È così che torna a compiersi la Magia del Cambiamento, tra le storiche strade e le meravigliose piazze del Quartiere del Castello Ursino con il Festival Internazionale di Arti di Strada della città.

 Ursino Buskers è il Festival dei catanesi perché sono gli stessi cittadini a finanziarlo perché è anche questa la bellezza di uno dei più grandi eventi di Piazza cittadini, gratuito e per tutti insieme alla co-creazione della manifestazione e il coinvolgimento diretto degli spettatori nella sua realizzazione, oltre che nella semplice fruizione. Un festival sociale ideato, organizzato e sostenuto dal basso che nasce da un’idea degli attivisti dell’Associazione culturale Gammazita, supportati da altri collettivi ed associazioni catanesi: l’obiettivo è riqualificare il quartiere storico attraverso le arti di strada, il circo contemporaneo, le arti performative, culture diverse vicine e lontane.

Abbiamo iniziato nel 2014 sognando un Festival Buskers per le strade del centro storico di Catania e un quartiere colorato, pulito e vivibile, lo abbiamo realizzato solo grazie a tutte le persone che hanno condiviso questa folle idea. Quando vi abbiamo contati la prima volta eravate 20.000 (2014), poi siete diventati 30.000 (nel 2015) dopo 35.000 (nel 2016) e l’anno scorso siete diventati oltre 45.000. È così che abbiamo capito che la nostra non era follia, ma lucida realtà.” 

L’obiettivo dell’evento è quello di diffondere la cultura buskers in Sicilia e, allo stesso tempo, restituire alla città uno dei quartieri più antichi e suggestivi di tutta Catania. Si tratta del cuore pulsante del centro storico etneo, incastonato tra l’antico mercato del pesce “A’ Piscaria”, l’imponente maniero federiciano ed il popolato San Cristoforo; un luogo magico, straripante di contraddizioni e bellezza, storia e sete di riscatto, vita, odori e colori. Un luogo che gli attivisti di Gammazita abitano e di cui hanno deciso di prendersi cura ogni giorno, sperimentando nuove pratiche di cooperazione sociale e di rigenerazione urbana trasformando luoghi pubblici abbandonati e degradati in centri di produzione e diffusione culturale, artistica ed in spazi di socializzazione. Ursino Buskers non è solo un Festival di tre giorni, ma un progetto più ampio che dura tutto l’anno attraverso corsi, residenze, scuole ed attività che sono diventati un’alternativa per decine di bambini e ragazzi che vivono il quartiere di San Cristoforo e non solo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *