Mad fest: uno speciale viaggio nel Medio Evo tra trampolieri, artisti di strada e la musica di Mario Incudine

Testimonial dell’evento l’assessore regionale al turismo e spettacolo Manlio Messina che insieme agli assessori comunali Alessio Cugini, Lucio Paternicò, Salvo Cancarè ed Ettore Messina con il sindaco Nino Cammarata, il coordinatore del Palio Dino Vullo e la professoressa Liliana Nigro hanno tagliato il nastro inaugurale dei festeggiamenti.

IMG-20190811-WA0031

PIAZZA ARMERINA – Piazza Castello luogo incantato e magico dove sorge l’imponente e maestoso Castello Aragonese di Piazza Armerina è la location esclusiva della 1° edizione del Mad Fest, manifestazione evento curata e diretta dalla professoressa Liliana Nigro che si concluderà il 13 agosto consegnando il testimone alla 64° edizione del Palio dei Normanni, la rievocazione storica più importante di tutto il sud Italia inserito all’interno dei Grandi Eventi della Regione Siciliana diretto quest’anno dalla regista Gisella Calì.

Una grande festa di fuochi, colori, suoni e atmosfere medievali lunga ben 4 giorni voluta dal sindaco Nino Cammarata e dall’assessore alla cultura Ettore Messina i quali quest’anno hanno sposato l’internazionalità dell’evento mettendo alla base dell’intera settimana di festa- su iniziativa della professoressa Nigro – valori, fondamentali in questo periodo storico, come integrazione, condivisione ed accoglienza sostenendo l’iniziativa umanitaria e sociale dello Sprar di Agostino Sella e dell’Associazione Don Bosco 2000 di Samantha Barresi.

Testimonial dell’evento l’assessore regionale al turismo e spettacolo Manlio Messina che insieme agli assessori comunali Alessio Cugini, Lucio Paternicò, Salvo Cancarè ed Ettore Messina con il sindaco Nino Cammarata, il coordinatore del Palio Dino Vullo e la professoressa Liliana Nigro hanno tagliato il nastro inaugurale dei festeggiamenti guidando il corteo di dame, cavalieri e musici della città dei mosaici accompagnati dai figuranti e dagli artisti dell’Associazione Sicularagonensia di Randazzo con i quali in occasione della scorsa festa medievale della cittadina pedemontana etnea è avvenuto il gemellaggio, che insieme a quindici ragazzi migranti dello Sprar hanno dato il via a questo viaggio nel passato tra musica, menestrelli, artisti di strada, megere e liutai.

IMG-20190811-WA0051

“Piazza Armerina- ha dichiarato l’assessore Manlio Messina alla grande folla di uomini e donne accorsa da ogni parte della Sicilia- polo di attrazione turistica a livello internazionale per i suoi mosaici e la sua storia utilizza la strategia vincente del Mad Fest e del Palio dei Normanni arricchendo la grande offerta turistica della nostra terra che nell’assessorato di mia competenza troverà sostegno ed aiuto, per diffondere ad ampio raggio le nostre importanti tradizioni culturali”.

Grande stupore ed attenzione da parte del pubblico presente per la performance artistica “Incanto” dei “Folli” di Ascoli Piceno acrobati su trampoli i quali si sono esibiti in virtuose danze dall’alto valore artistico. Applausi anche per il momento dedicato al liutaio Giuseppe Severini e Loredana Lanzafame all’interno del castrum medievale allestito nel Castello Aragonese dove la chiromante Anna Gelsomino, come da tipica credenza medievale, ha predetto il futuro ai tanti visitatori.

Faisal Taher, la voce araba dei Kunzertu, ha dato il via al momento musicale più atteso di questa prima giornata di spettacolo introducendo il concerto di Mario Incudine, osannato dal pubblico presente che gli ha regalato caldi e lunghi applausi inscenando anche estemporanei passi di danza in una piazza gremita e partecipe pronta ad assistere ai giochi pirotecnici di questa domenica realizzati da Vaccalluzzo Events, con un particolare effetto scenico che vedrà la magnificenza del castello aragonese protagonista indiscusso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *