UNIVERSITA’ KORE DI ENNA: Due innovazioni all’avanguardia per Droni e Simulatori di Volo

Innovazione e tecnologia nella facoltà di Ingegneria e Architettura: due Droni di ultima generazione e primato europeo per il Simulatore di Volo all’avanguardia.

Innovazione e tecnologia sono le parole d’ordine dell’Ateneo che nella facoltà di Ingegneria e Architettura trovano la giusta dimensione grazie a progetti di ricerca all’avanguardia. E’ il caso ad esempio di un sofisticato drone sottomarino, capace di effettuare, in continuo ed in piena autonomia, rilievi batimetrici, analisi sulla qualità delle acque, misure di temperatura e di velocità dei corpi idrici, potendo viaggiare anche a bassissima profondità nelle regioni costiere o nelle aree lacustri.

Il nome del drone della facoltà di Ingegneria è Autonomous underwater vehicle (Auv) ecomapper e consente di accedere ad aree ad alto rischio ambientale o caratterizzate da un’intensa attività antropica e di analizzare agevolmente la matrice acqua fornendo dati fondamentali alla tutela delle aree marine. La Kore vanta tra le dotazioni tecnologiche anche un altro drone denominato X6 Aibotix, acquistato dall’Ateneo nell’ambito del progetto Sibsac. Molteplici gli usi del drone X6 che trova applicazione, grazie alla sua versatilità, nei campi della pubblica sicurezza, del monitoraggio ambientale, di ispezione di opere ed infrastrutture e di riprese aeree ad ampio raggio. Sono straordinarie le capacità del velivolo a propulsione elettrica che, unico nel suo genere, può essere pilotato attraverso un normale radiocomando.

Per lo studio del cosiddetto “human factor aeronautico”, è arrivato il simulatore di volo  all’avanguardia che ha fatto raggiungere all’Ateneo il primato europeo. 

L’Università Kore è infatti il primo ateneo europeo a disporre di un proprio simulatore di volo full-motion, dotato delle tecnologie più avanzate al momento per lo studio del volo e l’ addestramento dei pilotiE’ di poche settimane fa infatti l’arrivo del cockpit, cioè la cabina di comando, del simulatore Cessna Citation Xls, che è stato assemblato in Austria dalla Axis flight training systems.

La collocazione del simulatore a Enna rientra nel progetto Re.S.E.T.  (Rete di laboratori per la sicurezza, sostenibilità ed efficienza dei trasporti in Sicilia), finanziato all’Università degli studi di Enna Kore, come capofila, e alle Università di Palermo, Catania e Messina, alle Provincie di Enna e Palermo ed al Consorzio Universitario di Palermo nell’ambito del Po-Fesr Sicilia 2007-2013, linee di intervento 4.1.2. A, giunto ora nella sua fase conclusiva di attuazione.

Il simulatore di volo, unitamente ad un secondo simulatore più piccolo (già arrivato in sede dalla Spagna e assemblato dalla Entrol), che invece riguarda l’elicottero Eurocopter EC 135, verrà impiegato dall’Università Kore per attività di ricerca sul cosiddetto “Human factor aeronautico“.
Lo studio dello human fattore aeronautico parte dalla convinzione che la sicurezza del volo dipende in larga parte dal fattore umano piuttosto che dalle tecnologie avioniche. Per queste ragioni, i simulatori saranno messi a disposizione dei docenti, dei ricercatori e degli studenti, non solo del corso di laurea in Ingegneria Aerospaziale, ma anche di Psicologia, per attività di ricerca di frontiera.

Gli impianti, che saranno pronti entro due mesi, costituiranno il nucleo centrale del MARTA (che sta per Mediterranean Aeronautic Research & Transportation Academy), il laboratorio di eccellenza di oltre 3000 metri quadri dedicato interamente all’Ingegneria aerospaziale della Kore.

( Fonte La Sicilia.it ) 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *